Che tipo di segno mette Gandalf alla porta di Bilbo?

Di Arthur S. Poe /13 gennaio 20216 gennaio 2021

Gandalf era una figura molto misteriosa e interessante in generale Il Signore degli Anelli mitologia. Molte delle sue azioni sono ancora oggi interpretate, siano esse ambigue nelle storie o solo bisognose di chiarimenti. Qualunque sia la ragione, Gandalf è un personaggio interessante da analizzare ed è quello che faremo nell'articolo di oggi. L'argomento principale dell'articolo di oggi sarà il simbolo (o, meglio, i simboli) che Gandalf ha disegnato sulla porta d'ingresso della casa di Bilbo Baggins nella Contea. Cosa erano e cosa significano? Continua a leggere per scoprirlo!



Nel libro originale, Gandalf disegna tre simboli sulla porta di Bilbo, che significano Ladro, Pericolo e Ricompensa. Nel film, disegna solo un simbolo che è la lettera anglosassone F o la lettera G di Cirth, a seconda della teoria che trovi più plausibile.

Nell'articolo di oggi vi daremo una descrizione dei simboli che Gandalf ha segnato sulla porta di Bilbo, sia nel libro che nel film. Scoprirai da dove vengono, che aspetto hanno e cosa significano. Abbiamo fatto un bel po' di studio per te, quindi resta fino alla fine!





Sommario mostrare In Lo Hobbit, cosa disegna Gandalf alla porta di Bilbo? Nei film, cosa disegna Gandalf alla porta di Bilbo?

In Lo Hobbit , cosa disegna Gandalf sulla porta di Bilbo?

Nel primo capitolo di Lo Hobbit , scopriamo che Gandalf scrive un simbolo sulla bellissima porta verde di Bilbo. In realtà non sappiamo che aspetto abbia quel simbolo, poiché lo stesso Tolkien non lo descrisse mai:

Dopo un po' si fece avanti e con la punta del suo bastone graffiò uno strano segno sulla bella porta d'ingresso verde dello hobbit.



- Lo Hobbit , Capitolo I, Una festa inaspettata

Il simbolo (o meglio, i simboli) furono apposti sulla porta in modo che i Nani invitati, guidati da Thorin Scudodiquercia, sapessero in quale casa dovevano andare. Era, come disse in un'occasione Glóin, una pratica standard nel settore. Glóin descrive anche i tre simboli, definendone il significato:

Sì, sì, ma è passato molto tempo, disse Glóin. Stavo parlando di te. E ti assicuro che c'è un segno su questa porta, la solita in commercio, o una volta. Burglar vuole un buon lavoro, un sacco di Eccitazione e una ricompensa ragionevole, è così che di solito viene letto. Puoi dire Cacciatore di tesori esperto invece di Ladro se vuoi. Alcuni di loro lo fanno. Per noi è lo stesso. Gandalf ci ha detto che c'era un uomo del genere da queste parti in cerca di lavoro subito, e che aveva organizzato un incontro qui questo mercoledì all'ora del tè.



- Lo Hobbit , Capitolo I, Una festa inaspettata

E mentre Glóin ci dice cosa rappresentano i simboli e conferma che sono stati usati come simbolo di identificazione commerciale, in realtà non ci dice che aspetto hanno. Fortunatamente per noi, lo stesso Tolkien ha realizzato un'illustrazione che ci permette di identificare approssimativamente i simboli (a destra c'è il simbolo disegnato nel film):

Quindi, vediamo che il primo simbolo (una B in anglosassone e una B o una M in Cirth) rappresenta il Ladro; il secondo simbolo (una D in anglosassone o un gruppo – o nd o nj – in Cirth) rappresenta il Pericolo; mentre il terzo simbolo (un diamante che non corrisponde a nessuna lettera) rappresenta una Ricompensa. Quindi, interpretando il disegno e la scrittura di Tolkien, siamo giunti alla conclusione che i simboli erano un segno di identificazione per i Nani, e che significavano: Ladro vuole un buon lavoro, molta Eccitazione e una ragionevole Ricompensa.

Questo chiarisce il dilemma per quanto riguarda i libri.

Nei film, cosa disegna Gandalf alla porta di Bilbo?

Ora, la situazione nel film è completamente diversa, dato che Gandalf non ha mai scritto nulla nemmeno lontanamente simile a quello che ha scritto nei libri. Scrisse solo un semplice simbolo (quello a destra, vedi l'immagine sopra) e sebbene avesse lo stesso scopo – identificare la casa di Bilbo come luogo di incontro dei Nani – certamente non trasmetteva mai lo stesso significato, né rappresentava qualsiasi tipo di messaggio significativo come nel libro. Era solo un simbolo di identificazione. Quindi, cosa significa quel simbolo? Bene, è piuttosto poco chiaro poiché né Jackson né gli sceneggiatori hanno mai confermato se usassero Cirth o Anglo-Saxon e, purtroppo, questo simbolo appare in entrambe le scritture.

In Cirth, questo simbolo rappresenta la lettera G e c'è una teoria secondo cui Gandalf ha effettivamente fatto riferimento al proprio nome con quel simbolo, confermata anche da Lo Hobbit merce. E mentre questa sembra essere la teoria corretta, dopo tutto, il fatto che Jackson abbia usato incoerentemente queste scritture – per esempio, in Il Signore degli Anelli , usa l'anglosassone – confonde ancora i fan, che pensano che potrebbe essere il simbolo anglosassone per la lettera F.

Quindi, mentre l'incoerenza rimane, potremmo essere in grado di fornire una spiegazione che soddisfi entrambe le parti. Mentre scrivi Lo Hobbit , Tolkien stesso usò rune anglosassoni sulle mappe e questa è la scrittura predominante nella prima grande opera di Tolkien. Più tardi, Tolkien inventò Cirth e questa è la scrittura costantemente usata in Il Signore degli Anelli . In questo modo, a quanto pare, Tolkien stesso ha combinato gli script ed è stato incoerente nell'usarli in tutte le sue opere. Quindi, perché Jackson dovrebbe essere coerente? Certo, ha cambiato l'ordine e ha avuto il tempo di creare un sistema coerente, ma se lo ha fatto lo stesso Tolkien, non possiamo davvero incolpare Jackson, nonostante non fossi sicuro che fosse sua intenzione farlo in quel modo. Ma è una spiegazione plausibile e una spiegazione che soddisfa entrambi i lati dell'argomento, quindi se ti fa sentire meglio, saremo lieti di sapere che hai deciso di adattarlo per te!

E questo è tutto per oggi. Ci auguriamo che ti sia divertito a leggere questo e che ti abbiamo aiutato a risolvere questo dilemma. Alla prossima volta e non dimenticare di seguirci!

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi