Cosa è successo ad Annie in Attack on Titan?

Di Roberto Milakovic /18 marzo 202118 marzo 2021

Attack on Titan è uno spettacolo spettacolare che ha incantato il pubblico di tutto il mondo con le sue serie, film e videogiochi in primo piano. Uno dei suoi intriganti personaggi è la feroce guerriera Annie. Il lupo solitario ha elementi di mistero, eccezionali abilità con la spada, un retroscena allettante e un'identità nascosta. Scopriamo cosa è successo ad Annie in Attack on Titan.



Sommario mostrare Il background di Annie Che fine ha fatto Annie in Attack on Titan? Annie torna in AOT? Perché Annie non ha ucciso Armin? Perché Annie ha pianto in Attack on Titan?

Il background di Annie

Il manga segue un gruppo di soldati addestrati che proteggono gli umani dai malvagi titani oltre il muro. Annie è una donna che ha la capacità di trasformarsi in un titano a piacimento con abilità di combattimento con le corna.

Annie completò a pieni voti il ​​104° Corpo di Addestramento ed era anche un membro della Brigata della Polizia Militare.





Suo padre le insegnò ad essere una potente combattente che eccelleva nel combattimento corpo a corpo prima di essere premiata al 4° grado. La sua infanzia e le sue abilità impegnative l'hanno resa emotivamente disconnessa da coloro che la circondano.

Annie, insieme a Bertholdt e Reiner, furono addestrati per tutta la vita ad uccidere gli umani all'interno delle mura, ma avevano il dovere di non attirare sospetti nell'esercito. Questo li ha portati a uccidere anche i titani, a volte per obbligo e talvolta per colpa.



Che fine ha fatto Annie in Attack on Titan?

La schiera d'élite di combattenti costituisce il gruppo noto come Corpo d'indagine . Durante la prima stagione, le loro stesse fondamenta vengono scosse quando uno dei membri si è rivelato essere una minaccia sotto mentite spoglie.

È stato rivelato che Annie Leonhart era una donna titano, il che ha provocato una rivincita tra Eren e Annie. La partita è stata programmata nel distretto di Stohess, il che la porta alla sua quasi sconfitta. Quando Eren si mosse per tirarla fuori dalla nuca, i loro corpi iniziarono a bruciare insieme. Annie si è avvolta in una barriera di cristallo per evitare di essere catturata e torturata dai militari. È stata in grado di farlo sfruttando la sua capacità di indurimento e formando una formidabile barriera che la tiene al sicuro da loro.



Nell'ultimo capitolo, Eren rompe la barriera usando il potere del fondatore, che sblocca i titani racchiusi nel muro. Annie e migliaia di potenti titani sono rimasti intrappolati nel muro, che è stato annullato quando Eren ha usato la forza. Quando i titani iniziarono a liberarsi e iniziarono a muoversi. Il cristallo di Annie si sciolse e lei divenne di nuovo libera.

Annie torna in AOT?

L'ultimo capitolo di AOT, che è in linea con il 125, accoglie Annie a braccia aperte. Annie è stata racchiusa nel muro dalla stagione 1, ma dopo otto anni, Eren ha scelto di non indurire i muri, il che ha portato la femmina titano a liberarsi. Sebbene il tempo di Annie nel manga sia stato breve, il suo ritorno è stata una pietra miliare tanto attesa per la trama. La sua salda resilienza e le sue capacità di combattimento hanno reso il suo ritorno dopo otto anni un affare roboante.

Le mura erano composte da titani, motivo per cui qualsiasi potere di indurimento dei titani avrebbe portato a questo. Quando Eren usò il potere del fondatore, l'armatura di Reiner si staccò e il cristallo di Annie si sgretolò attorno a lei. Ora ha iniziato a lavorare con Armin, Mikasa, Jean, Connie, Reiner e altri. Hanno catturato un ex membro del gruppo per raggiungere Eren. Il suo obiettivo è impedire a Eren di distruggere l'umanità con l'aiuto dei titani.

Perché Annie non ha ucciso Armin?

I fan spesso si chiedono perché Annie non abbia ucciso Armin durante la 57a spedizione. Ciò accadde oltre le mura quando Armin, mentre cavalcava il suo cavallo, individuò una femmina di titano. Questa si è rivelata essere Annie mentre alzava la testa. Annie era in missione per catturare Eren, ma come si è scoperto, Armin è stato il primo a scoprire la sua vera identità. Mentre si guardavano negli occhi, Annie avrebbe potuto ucciderlo sul posto, ma ha scelto di non farlo.

Fino a quel momento, Annie era il cattivo, ma ai fan è stato presentato un altro livello del suo personaggio. Dal suo punto di vista, Annie non è malvagia ed è una minaccia solo per coloro che sono in pericolo per la sua forma di titano. È andata a spedizioni con il gruppo, si è allenata con loro e, in un certo senso, li considera suoi amici. In breve, non avrebbe guadagnato nulla dal ferire Armin. Alcuni dei motivi possono essere compilati come

  • Annie non uccide per piacere e lo fa con scopo e intento. Ad esempio, catturare Eren per il suo padrone.
  • Armin non era una minaccia poiché le sue abilità di manovra con la spada erano abbastanza deboli da poter essere sopraffatte. Anche nella sua forma da titano, sarebbe stata in grado di sconfiggerlo.
  • Annie è stata nella sua forma umana più a lungo rispetto ad altri che hanno trascorso anni nelle loro forme di titano. È in grado di provare una sorta di amicizia con Armin con la sua personalità amichevole. La sua vita nell'esercito è buona, il che la rende meno violenta.

Perché Annie ha pianto in Attack on Titan?

Reiner, Annie e Bertholdt erano in missione ma alla fine hanno perso Jaw Titan Marcel a favore di Titan (Ymir), che ha provocato un fallimento. Questa sconfitta significava che non potevano tornare trionfanti alle loro case e dovevano affrontarne le terribili conseguenze.

A ciascuno di loro, inclusa Annie, sarebbero stati tolti i poteri da titano, il che significherebbe la morte. Con tutto da perdere, Reiner, Annie e Bertholdt si infiltrarono nelle mura cercando di porre fine alla missione. Catturarono Eren uscire dalla nuca del Rogue Titan e capirono che aveva elaborato una sorta di abilità di mutaforma e che Attack Titan (scomparso da anni) era con lui.

Catturarlo e portarlo da Marley avrebbe concesso loro il perdono per i loro errori. Annie aveva Eren nelle sue grinfie, ma fu salvato da Mikasa e Levi. Pianse perché sapeva di aver perso l'occasione ottimale per salvare la faccia ed essere libera una volta per tutte.

Piangeva perché avrebbe dovuto andare avanti senza tornare a casa e continuare la sua noiosa follia di assassinare persone innocenti. Era a corto di tempo perché dovevano tornare prima dell'ultimo anno. Rinunciare a Eren significava che non sarebbe stata in grado di vedere suo padre e divorare i piaceri della pace e della gloria nella sua terra natale.

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi