Somiglianze tra Il Trono di Spade e Il Signore degli Anelli

Di Hrvoje Milakovic /11 novembre 202010 novembre 2020

Se sei un fan del genere fantasy, siamo sicuri che hai visto o almeno letto la trilogia di JRR Tolkien o che tu abbia anche familiarità con la serie TV Il Trono di Spade, un adattamento del romanzo di George RR Martin's Song of Serie Ghiaccio e fuoco.



Ci sono somiglianze tra loro, che incuriosiranno principalmente quelli di voi che non ne sanno molto. Quindi eccoli qui:

1. Il buono e il cattivo sono divisi da un Big Wall,





2. In ognuno di essi abbiamo un futuro re scelto che combatte dalla parte del bene (Aragorn e Jon Snow),

3. Ciò che li accomuna è un grande esercito, che si raccoglie attorno a numerosi sostenitori,



4. Il Re Stregone e il Re della Notte, cattivi che comandano entrambi gli eserciti,

5. Bellissime, potenti e misteriose streghe Galadriel (LOTR) e Melisandre (GoT),



6. Eowyn (LOTR) e Brienne (GoT), personaggi femminili che lottano con il bisogno di mettersi alla prova come guerriere,

7. Due dei personaggi più coraggiosi come Frodo Baggins di LOTR e Arya Stark di GoT, in cui nessuno credeva all'inizio,

8. Ogni fan adora questi due fantastici nani spiritosi: Tyrion Lannister di GoT e Gimli di LOTR,

9. I migliori amici dei personaggi principali leggermente goffi, su cui puoi sempre fare affidamento: Samwell Tarly (GoT) e Samwise Gamgee (LOTR)

10. Ragni giganti, draghi, grandi elefanti e mammut, spade magiche, solitari alberi bianchi e città distrutte dai draghi,

11. E infine Sean Bean nei panni di Boromir (LOTR) e Ned Stark (GoT) che subiranno lo stesso destino in entrambi.

In breve, il gioco è fatto, e se volete saperne di più sul fatto che Il Trono di Spade sia migliore del Signore degli Anelli, o se sia ispirato alla trilogia di Tolkien, continuate a leggere.

Sommario mostrare Il Trono di Spade è ispirato al Signore degli Anelli? Il Trono di Spade è meglio di Il Signore degli Anelli?

Il Trono di Spade è ispirato al Signore degli Anelli?

Il Trono di Spade è ispirato al Signore degli Anelli. La trilogia de Il Signore degli Anelli ha influenzato Il Trono di Spade, queste sono state le parole di George R. R. Martin – creatore della serie Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Martin ha anche scherzato: ho iniziato a fare una trilogia chiamata 'Il Trono di Spade'. Ora la mia trilogia è composta da sette libri, se finisco gli ultimi due.

In una delle sue interviste, Martin ha cercato di spiegare quale influenza ha avuto J. R. R. Tolkien sulla sua scrittura e sulla creazione della sua magnifica fantasia epica.

Martin aveva solo 13 anni quando lesse la trilogia de Il Signore degli Anelli. Per lui era incomprensibile come potesse morire un personaggio come Gandalf. Impossibile, è come cercare di uccidere Conan. Tuttavia, questa violazione delle regole da parte di Tolkien nell'uccidere i personaggi principali, oltre che i bravi ragazzi, ha fortemente influenzato il punto di vista di Martin in questo genere.

George R. R. Martin si è reso conto che non ci sono ostacoli: qualsiasi personaggio può morire, sempre e ovunque. Alcuni diranno che ha esagerato perché i lettori e gli spettatori di Game of Thrones non hanno smesso di contare i cadaveri fino alla fine della serie.

Tornando indietro nel passato, Martin concluse che il mondo in cui vivevano Frodo Baggins e Gandalf era crudele quanto lo stesso Westeros. La domanda è: se Martin non avesse letto la trilogia de Il Signore degli Anelli di Tolkien, avrebbe pensato di uccidere Ned Stark o addirittura di resuscitare Jon Snow, per esempio.

Rendendosi conto che non ci sono affatto regole del genere fantasy, che non possono essere infrante, in realtà ha inventato le sue, che i fan della serie piacessero o meno.

Per quanto Martin ammirasse Tolkien, direbbe che l'idea del Signore degli Anelli ha il segno distintivo della filosofia medievale: se il re fosse un brav'uomo, il paese prospererebbe. Dal suo punto di vista, non è affatto facile. Tolkien dirà di Aragorn, che alla fine diventerà re, che era saggio e buono, ma non ci fornisce un quadro più ampio: cosa fece Aragorn in un momento in cui il suo popolo stava morendo di fame, se e come manteneva il suo esercito, come raccoglieva tasse e così via.

Possiamo dire che oltre al fatto che la trilogia di Tolkien ha avuto un profondo effetto anche su Martin e Il Trono di Spade, ha anche cambiato la sua visione del fantasy in un modo che va oltre qualsiasi struttura che limiterà questo genere in alcun modo.

L'opinione di Martin non dovrebbe in definitiva influenzare i lettori e gli spettatori in modo tale da dover scegliere da che parte stare, tra Il Signore degli Anelli e Il Trono di Spade. In effetti, non c'è molta differenza tra il numero considerevole di morti che ha scioccato i fan di Game of Thrones e la grande sorpresa del tredicenne George R. R. Martin quando si è reso conto che Gandalf non era affatto immortale.

Il Trono di Spade è meglio di Il Signore degli Anelli?

No, la serie Il Trono di Spade non è migliore della trilogia de Il Signore degli Anelli.

Nonostante si parli di opere stilisticamente diverse, entrambe hanno conquistato il cuore degli appassionati del genere fantasy e sono diventate un vero e proprio simbolo del divertimento in generale. Sia lo spettacolo visivo de Il Signore degli Anelli che la cruda storia di ispirazione storica de Il Trono di Spade sono rimasti notevoli ai loro tempi.

A volte il vantaggio è dalla parte del Signore degli Anelli mentre d'altra parte possiamo optare per Game of Thrones. Bene, proviamo a spiegarlo meglio.

Considerando che Il Signore degli Anelli contiene un'abbondanza di personaggi, come Boromir, Elrond, Arwen, Legolas e persino Gandalf, è insolito che la storia ruoti principalmente attorno a Frodo e Aragorn.

Nella serie Il Trono di Spade, seguiamo la storia attraverso lo sfondo unico di un numero molto maggiore di personaggi in cui incontriamo le loro storie, il che conferisce più dinamica all'intero serie.

Il Signore degli Anelli regna sovrano quando si tratta dello spettacolo delle ambientazioni e degli effetti speciali, che fondono perfettamente live-action e computer grafica. Dobbiamo anche ricordare che il Trono di Spade è arrivato quasi un decennio dopo il Signore degli Anelli.

La serie Il Trono di Spade si distingue in larga misura per i suoi eventi particolarmente oscuri e tragici, che sono una sorta di antitesi alla trilogia de Il Signore degli Anelli, il che rende l'intera storia più dinamica e attraente, riflettendo la nostra storia.

In effetti, molti eventi, come le Nozze Rosse, sono stati ispirati da veri momenti bui della storia umana, soprattutto medievale.

Anche se Il Trono di Spade affascina il pubblico con una trama emotiva, anche se realisticamente più oscura, c'è ancora spazio per l'ottimismo, un altro punto per la trilogia de Il Signore degli Anelli. Indipendentemente dagli orchi, dai grandi ragni mostruosi e dal cielo oscuro di Mordor, sembra tutto un'atmosfera da cartone animato in cui il bene sconfigge sempre il male.

L'amicizia, la perseveranza e la forza del Signore degli Anelli sono ciò che scegliamo perché la vita reale è abbastanza crudele, quindi non abbiamo bisogno di un mucchio di morti provenienti da George R. R. Martin.

Nonostante ciò, abbiamo maghi, elfi e nani in Il Signore degli Anelli, un bellissimo mondo di fantasia, il Trono di Spade è andato molto oltre per modernizzarlo. Quindi siamo arrivati ​​​​in un posto: draghi, zombi di ghiaccio, bambini ombra, giganti, divinità degli alberi e culti delle streghe che evocano il fuoco. Un'idea meravigliosa, vero?

Se stiamo parlando dell'uso del linguaggio nei libri/film, Peter Jackson domina con le sue scene di elfico parlato e la lingua oscura di Mordor. Oltre al maestro di linguistica J. R. R. Tolkien, il signor Martin può vantare solo alcune frasi Dothraki e Valyriane.

Per quanto riguarda i personaggi, Game of Thrones è sicuramente il vincitore in questa categoria. Mentre i bravi ragazzi del Signore degli Anelli hanno solo alcuni difetti e momenti oscuri del passato, Game of Thrones abbonda di personaggi con preferenze, qualità diverse e le loro continue lotte con se stessi. I loro bravi ragazzi diventano così antieroi con una moltitudine di difetti, il che dà una storia molto più interessante.

Quando la narrativa storica si mescola a una fantasia, otteniamo una storia interessante, ma a volte gli spettatori (e anche i lettori) hanno solo bisogno di una semplice storia sul bene contro il male. Proprio per questo l'originale Star Wars è diventato un fenomeno culturale, cosa che si può sicuramente dire anche per Il Signore degli Anelli.

A volte vogliamo andare su un'isola deserta per allontanarci da tutti e da tutto, per essere pieni di energia e pace: la prima scelta del genere sarebbero sicuramente alcuni degli incredibili paesaggi pittoreschi del Signore degli Anelli. Tuttavia, oltre a quei bei posti, ci piace vedere qualcosa in più sulla storia, la religione e la cultura di una nazione.

Questo è esattamente ciò che abbiamo ottenuto scoprendo la storia dei Targaryen, dei Primi Uomini, degli Andali e dell'intera cultura di Westeros ed Essos. Pertanto, ben fatto ancora Mr. Martin.

Se qualcuno mi chiedesse cosa mi è piaciuto di più del Signore degli Anelli (soprattutto nei film) la risposta sarebbero le bellissime scene di battaglia (Helms Deep o Battle for Minas Tirith). Sarai d'accordo, queste scene con fantastici effetti speciali sono mozzafiato.

Purtroppo Game of Thrones non ha avuto la fortuna di essere mostrato sul grande schermo, ma ricorderemo comunque Blackwater Bay e Battle of the Bastards.

Infine, vi consigliamo di dare un'occhiata o leggere questi fantastici capolavori (se non l'avete già fatto) che giustamente appartengono ai preferiti del genere fantasy. Per questo motivo, volevamo solo stuzzicare un po' la tua immaginazione sulle somiglianze tra loro. Il resto sta a voi.

Puoi guardare Il Trono di Spade Stagione 1 su Amazon.com!

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi