Batman è pazzo? (Ripartizione completa)

Di Arthur S. Poe /18 marzo 202118 marzo 2021

Molti fan ricorderanno sicuramente l'episodio acclamato dalla critica di Batman: la serie animata chiamato Dreams in Darkness, andato in onda il 3 novembre 1992. In questo episodio, Spaventapasseri ha esposto Batman al suo Fear Gas, che ha portato Batman a essere dichiarato pazzo e rinchiuso ad Arkham, senza che nessuno gli creda che lo Spaventapasseri abbia un'agenda nascosta. Batman non l'ha davvero perso in questo episodio, ma la questione della sua salute mentale è qualcosa di cui si discute da un po' e abbiamo deciso di darti la risposta definitiva, quindi continua a leggere per scoprire che Batman è pazzo?



Basato su tutti i moderni standard psicologici e psichiatrici, Batman non è pazzo. Ha problemi emotivi e problemi legati a traumi e stress, ma non ha alcun grave disturbo mentale o di personalità.

Nell'articolo di oggi parleremo della salute mentale di Batman. Ti diremo se ha un disturbo mentale specifico e ti daremo un verdetto finale sul fatto che sia pazzo o meno. Ora che abbiamo esaminato la nostra introduzione, discutiamo dei disturbi.





Sommario mostrare Batman è psicotico? Batman ha un disturbo della personalità? Batman è uno psicopatico/sociopatico? Batman è un narcisista? Il verdetto: Batman è pazzo?

Batman è psicotico?

Inizieremo la nostra discussione con un noto disturbo mentale noto come psicosi. La psicosi è definita come uno stato anormale della mente, in cui la persona psicotica appare caotica e incoerente, manifestando sintomi come allucinazioni, deliri, disorganizzazione e altri sintomi simili. Gli APA Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione (DSM-5) classifica la psicosi all'interno dello spettro schizofrenico dei disturbi mentali, poiché la psicosi è un sintomo comune della schizofrenia, sebbene possa essere causata da altri disturbi e condizioni. La classificazione statistica internazionale delle malattie e dei problemi di salute correlati, 10a versione (ICD-10) ha la stessa classificazione.

Quindi, abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali della psicosi, ora vediamo se sono applicabili a Batman.



La prima cosa che possiamo affermare è che Batman non ha la schizofrenia, che elimina automaticamente molte potenziali cause di psicosi. Non è irregolare, non ha allucinazioni non indotte ed è un pensatore estremamente razionale. Non c'è assolutamente nessun sintomo di schizofrenia che potremmo attribuire a Batman, il che significa che possiamo escluderlo come una potenziale causa della sua potenziale psicosi.

Per quanto riguarda i sintomi della psicosi, Batman in realtà non ne manifesta nessuno e sarà difficile trovare tali sintomi. Certamente, se esposto a Le tossine dello Spaventapasseri o del Joker Batman potrebbe finire in uno stato psicotico, ma questo è un esempio di psicosi indotta chimicamente che è un disturbo in sé, ma è acuto e passa nel tempo, quindi non possiamo davvero usarlo come criterio diagnostico.



Batman è un pensatore razionale. È un grande detective e deve stare sempre attento quando combatte i membri della sua Rogues Gallery, motivo per cui sarebbe molto difficile etichettarlo come uno psicotico. Una persona psicotica non pensa chiaramente, cosa che fa Batman. Tutto il tempo. Perché è Batman. Certo, ha i suoi traumi e li ricorda di tanto in tanto, ma la mente del Cavaliere Oscuro è sana e sana come qualsiasi altra mente sana quando si tratta di psicosi e altri disturbi schizofrenici.

Questo copre il primo potenziale problema.

Batman ha un disturbo della personalità?

Definire e diagnosticare un disturbo di personalità è estremamente difficile, perché richiede di determinare l'esistenza di un difetto profondo e a lungo termine nella propria personalità. Le persone sono spesso strane e la nostra psiche individuale ci rende diversi l'uno dall'altro, motivo per cui il comportamento di qualcuno potrebbe sembrare strano o irregolare a qualcun altro. Ma ciò non significa che queste persone abbiano un disturbo della personalità. Tali disturbi sono relativamente rari e ci sono precisi criteri diagnostici che devono essere soddisfatti per poter stabilire la diagnosi. Vediamo cosa dicono le guide DSM e ICD:

ICD-10 1. Atteggiamenti e comportamenti marcatamente disarmonici, che generalmente coinvolgono diverse aree di funzionamento, ad es. affettività, eccitazione, controllo degli impulsi, modi di percepire e pensare e stile di relazione con gli altri;
2. Il modello comportamentale anormale è duraturo, di vecchia data e non limitato ad episodi di malattia mentale;
3. Il modello di comportamento anormale è pervasivo e chiaramente disadattivo a un'ampia gamma di situazioni personali e sociali;
4. Le manifestazioni di cui sopra compaiono sempre durante l'infanzia o l'adolescenza e continuano fino all'età adulta;
5. Il disturbo porta a un notevole disagio personale, ma questo può manifestarsi solo tardi nel suo corso;
6. Il disturbo è solitamente, ma non invariabilmente, associato a problemi significativi nelle prestazioni occupazionali e sociali.
Nota aggiuntiva: Per culture diverse, potrebbe essere necessario sviluppare specifici insiemi di criteri in relazione a norme, regole e obblighi sociali
DSM-5 1. Un modello duraturo di esperienza interiore e di comportamento che si discosta notevolmente dalle aspettative della cultura dell'individuo. Questo modello si manifesta in due (o più) delle seguenti aree: cognizione (cioè, modi di percepire e interpretare se stessi, le altre persone e gli eventi), affettività (cioè, la gamma, l'intensità, la labilità e l'adeguatezza della risposta emotiva) , funzionamento interpersonale e controllo degli impulsi;
2. Il modello duraturo è inflessibile e pervasivo in un'ampia gamma di situazioni personali e sociali;
3. Il modello duraturo porta a disagio clinicamente significativo o menomazione nel funzionamento sociale, lavorativo o in altre aree importanti;
4. Il pattern è stabile e di lunga durata, e la sua insorgenza può essere fatta risalire almeno all'adolescenza o alla prima età adulta;
5. Il modello duraturo non è meglio spiegato come manifestazione o conseguenza di un altro disturbo mentale;
6. Il pattern duraturo non è attribuibile agli effetti fisiologici di una sostanza (ad es. una droga d'abuso, un farmaco) o ad un'altra condizione medica (ad es. trauma cranico).

Quindi, questi sono i criteri diagnostici generali per un disturbo di personalità. Se uno specialista stabilisce l'esistenza di questi criteri (molti di essi devono essere presenti in un dato momento), prosegue la diagnosi per stabilire quale disturbo di personalità ha il paziente. Poiché questi disturbi sono specifici e diversi l'uno dall'altro, ciascuno di essi ha i propri criteri diagnostici separati che devono essere soddisfatti per stabilire una diagnosi. I disturbi sono generalmente raggruppati in quattro gruppi, come segue:

GrappoloDisturbi
Cluster A (dispari) Paranoico, schizoide, schizotipico
Cluster B (drammatico) Antisociale, Borderline, Istrionico, Narcisistico
Cluster C (ansioso) Evitante, Dipendente, Ossessivo-compulsivo
Non specificato Depressivo, Haltlose, Passivo-aggressivo, Sadico, Autolesionista (masochista)

Alcuni di questi non sono presenti nei manuali attuali, mentre altri sono stati conservati. Alcuni di questi hanno anche cambiato nome nel corso della storia. La cosa importante, però, è il fatto che non tutti questi disturbi possono essere applicati a Batman, quindi discuteremo solo di quelli che potrebbero essere potenzialmente applicati alla sua personalità.

Batman è uno psicopatico/sociopatico?

Una delle domande più frequenti è se Batman sia uno psicopatico o un sociopatico. Innanzitutto, dobbiamo dire che anche gli esperti non sono d'accordo sulla differenza tra questi due termini, anche se una differenza esiste. Coloro che sostengono una differenza di solito affermano che uno psicopatico è calmo, calcolato e un grande pianificatore (cioè non è caotico), mentre un sociopatico ha le stesse tendenze antisociali, ma è più irregolare nel suo comportamento. L'altro gruppo afferma che sono entrambi solo termini fantasiosi per il disturbo antisociale di personalità. I criteri diagnostici che devono essere soddisfatti sono i seguenti (DSM-5):

  1. Un modello pervasivo di disprezzo e violazione dei diritti degli altri, che si verifica dall'età di 15 anni, come indicato da tre (o più) dei seguenti: mancato rispetto delle norme sociali rispetto a comportamenti leciti, come indicato dal ripetuto compimento di atti che costituiscono motivo di arresto; inganno, come indicato da ripetute bugie, uso di pseudonimi o raggiri ad altri per profitto o piacere personale; impulsività o incapacità di pianificare in anticipo; irritabilità e aggressività, come indicato da ripetuti combattimenti o aggressioni fisiche; disprezzo sconsiderato per la sicurezza di sé o degli altri; costante irresponsabilità, come indicato dal ripetuto mancato mantenimento di un comportamento lavorativo coerente o dal mancato rispetto di obblighi finanziari; mancanza di rimorso, come indicato dall'essere indifferenti o razionalizzare l'aver ferito, maltrattato o rubato a un altro.
  2. L'individuo ha almeno 18 anni di età
  3. Ci sono prove di disturbo della condotta con esordio prima dei 15 anni di età.
  4. Il verificarsi di comportamenti antisociali non è esclusivamente durante il decorso della schizofrenia o del disturbo bipolare

Ora che conosciamo tutti i criteri diagnostici, vediamo se Batman vi rientra o meno.

Batman mostra uno schema di disprezzo e violazione dei diritti degli altri, ma dato che gli altri sono criminali e supercriminali non si può certo dire che questo schema sia un segno di comportamento antisociale. In realtà è un segno di lotta per la giustizia in un sistema corrotto in cui c'è bisogno di un vigilante mascherato come Batman. Il comportamento di Batman è illegale (il vigilantismo non è mai conforme alle norme), usa spesso pseudonimi e manipola le persone durante le sue indagini, ha la tendenza ad essere violento e non si preoccupa molto delle sue vittime.

Ma tutto questo riguarda i criminali, e solo i criminali. Batman tiene profondamente a Gotham, ai suoi alleati e farebbe tutto il possibile per proteggerli. Tutto ciò che fa che potrebbe essere un sintomo di disturbo antisociale di personalità è in realtà fatto per il bene superiore: la protezione di Gotham e dei suoi cittadini. Allo stesso modo, non si può dire che Batman non si preoccupi dei suoi avversari: ha mostrato simpatia e comprensione per molti dei membri della sua Rogues Gallery, inclusi, ma non limitati a, Mr. Freeze, il Professor Pyg e lo Spaventapasseri.

Un altro criterio importante è che questo tipo di comportamento deve essere presente fin dalla prima adolescenza. Per quanto ne sappiamo, il giovane Bruce Wayne era un bambino molto emotivo e delicato, cresciuto da Alfred per affrontare il trauma della perdita dei suoi genitori nel miglior modo possibile. Non ci sono assolutamente prove di un tale comportamento durante la giovinezza di Batman.

Sia che tu preferisca etichettarlo come uno psicopatico o un sociopatico, Batman non può essere descritto come uno dei due. Semplicemente non soddisfa i criteri diagnostici per nessuno dei disturbi analizzati in questa sezione. Batman è molto emotivo e si preoccupa profondamente, anche se a modo suo, oscuro, dei cittadini di Gotham, degli abitanti della Terra e della sua famiglia. Non si può dire che un uomo che ha accolto diversi bambini (i Robin) e si preoccupa così profondamente di Alfred, o che si sacrificherebbe per salvare i suoi cari (come ha fatto in Fine del gioco , per esempio, ma anche in altre narrazioni) è uno psicopatico o un sociopatico. Una mancanza di emozioni ed empatia è uno dei tratti principali di questi disturbi e Batman ha costantemente dimostrato di non avere questo tratto, che lo esclude automaticamente dalla diagnosi di psicopatico o sociopatico. Ora, vediamo un altro disturbo della personalità che viene spesso attribuito a Batman.

Batman è un narcisista?

Un narcisista è, in questo contesto, una persona che soffre di disturbo narcisistico di personalità. Questo disturbo fa parte dello stesso gruppo di disturbi di personalità del disturbo di personalità antisociale, il che spiega perché ci sono molte somiglianze tra i due disturbi. Il tratto principale di questo disturbo è un pattern pervasivo di grandiosità (nella fantasia o nel comportamento), bisogno di ammirazione e mancanza di empatia, che inizia dalla prima età adulta e si presenta in una varietà di contesti. Si manifesta attraverso la presenza di almeno cinque dei seguenti criteri:

  1. Ha un senso grandioso di importanza personale (ad esempio, esagera i risultati e i talenti, si aspetta di essere riconosciuto come superiore senza risultati commisurati);
  2. È preoccupato per fantasie di successo illimitato, potere, brillantezza, bellezza o amore ideale;
  3. crede che lui o lei sia speciale e unico e possa essere compreso solo da, o dovrebbe associarsi con, altre persone (o istituzioni) speciali o di alto rango;
  4. Richiede eccessiva ammirazione;
  5. ha un senso di diritto (vale a dire, aspettative irragionevoli di un trattamento particolarmente favorevole o il rispetto automatico delle sue aspettative);
  6. È uno sfruttamento interpersonale (vale a dire, approfitta degli altri per raggiungere i propri fini);
  7. Manca di empatia: è riluttante a riconoscere o identificarsi con i sentimenti ei bisogni degli altri;
  8. È spesso invidioso degli altri o crede che gli altri siano invidiosi di lui o di lei;
  9. Mostra comportamenti o atteggiamenti arroganti e altezzosi.

Ora che sappiamo quali sono i criteri, vediamo se Batman rientra in essi.

Come abbiamo potuto vedere, le personalità narcisistiche richiedono una costante ammirazione. Si considerano superiori alle altre persone e richiedono una costante affermazione di tale superiorità. Si considerano al di sopra delle leggi e dei valori di una società normale, motivo per cui pensano che i loro comportamenti violenti e le loro esplosioni siano accettabili e non debbano essere disprezzati. Queste persone sono molto dominanti, manipolatrici e se le cose non vanno per il verso giusto, o non ricevono abbastanza attenzione, diventano paranoiche e aggressive. Nonostante quello che pensi di Batman e della sua famosa linea I'm Batman, non si può certo dire che Batman manifesti uno di questi tratti narcisistici come descritto da DSM-5.

Batman non crede di essere niente di grandioso. Pensa di essere importante per Gotham, ma lui stesso sarebbe felicissimo se non fosse stato il Cavaliere Oscuro. È un personaggio oscuro, molto appartato e qualcuno a cui piace stare lontano dai riflettori. Certamente, la personalità da playboy di Bruce Wayne potrebbe essere descritta come un narcisista, ma questa è solo una facciata per le persone, in modo che non possano mai collegare Bruce Wayne a Batman. Questo non è il vero Bruce Wayne, motivo per cui questo criterium non regge.

Batman non ha manie di grandezza. È un idealista nel senso che desidera una Gotham pacifica, ma è abbastanza realistico da sapere come funzionano davvero le cose e che qualsiasi ideale è tutt'altro che possibile in una città come Gotham City. Inoltre non crede di essere niente di speciale, né è uno snob. Ricordi come ha preso Jason Todd, un comune ladro di strada, e lo ha addestrato a diventare il secondo Robin? Dick Grayson era un acrobata del circo e il suo aiutante, Harold Allnut , è un gobbo muto e senzatetto. Tutte queste persone sono lontane dall'ideale di essere speciali che hanno i narcisisti e Batman non solo socializza con loro, ma le accoglie e si prende cura di loro profondamente.

Batman inoltre non richiede una costante ammirazione, né vuole alcun merito per le sue imprese. È lì per salvare la città dai criminali e dai supercriminali ma non vuole crediti speciali. Da questo punto di vista, è una versione ancora più appartata di Sherlock Holmes , che raramente si è preso il merito di aver risolto i suoi casi, lasciando piuttosto che Lestrade e Scotland Yard appaiano eroi agli occhi del pubblico. Per questo motivo non è invidioso degli altri.

Di tanto in tanto tende a diventare arrogante, ma questa è una conseguenza della sua personalità oscura, non di alcun tipo di narcisismo. Per quanto riguarda le relazioni di sfruttamento, Batman tende a preoccuparsi profondamente dei suoi amici e alleati, mentre Bruce Wayne vive solo la vita di un playboy e nient'altro.

Per concludere, etichettare Batman come un narcisista sarebbe semplicemente... sbagliato. Comunque tu possa percepirlo, Batman in realtà non manifesta alcun tratto narcisistico e non ci sono assolutamente prove nell'universo per considerarlo un narcisista.

Il verdetto: Batman è pazzo?

Ora che abbiamo visto tutto e risposto a tutte le domande pertinenti, possiamo finalmente emettere il nostro verdetto finale. Ma, prima ancora, un breve riassunto.

A causa della sua esposizione al crimine a Gotham e della follia dei suoi nemici, la sanità mentale di Batman è spesso oggetto di dibattito, con persone che affermano che un uomo esposto a così tanti traumi non può essere sano di mente, ma anche che un uomo che è riuscito a mantenere la sua razionalità la mente relativamente intatta in tali condizioni deve essere sana di mente. La verità è di solito da qualche parte nel mezzo in questi casi, ma nel caso di Batman, la verità è piuttosto ovvia. Batman è – sano di mente!

Abbiamo analizzato diversi disturbi rilevanti e spesso citati legati a Batman e abbiamo visto che non c'è assolutamente alcuna base per affermare che è pazzo. Nonostante il suo comportamento, il Batman della Terra Prime non è né psicotico, né ha un disturbo della personalità.

La psicosi come diagnosi non può essere attribuita a Batman semplicemente perché è troppo composto per essere preso in considerazione per una tale diagnosi. Batman è razionale, è un grande detective e la sua concentrazione è enorme. La natura stessa del suo lavoro richiede una mente sana e senza di essa Batman sarebbe una causa completamente persa. Eppure – non lo è. Naturalmente, c'è l'occasionale psicosi indotta da tossine che sperimenta quando combatte cattivi come Spaventapasseri o Joker, ma questa è solo una battuta d'arresto temporanea e non una condizione cronica. Per quanto riguarda i disturbi della personalità, Batman non è davvero un candidato adatto per molti di essi, ad eccezione dei disturbi antisociali e narcisistici. Tuttavia, dopo aver analizzato tutti i criteri diagnostici rilevanti, abbiamo stabilito con assoluta certezza che Batman non ha nessuno di questi disturbi.

Quindi, ha qualche disturbo mentale? Bene, Batman ha sicuramente molti traumi e problemi emotivi. Il fatto che abbia assistito all'omicidio dei suoi genitori e tutte le cose che ha visto mentre combatteva con la sua Rogues Gallery ha dovuto mettere a dura prova la sua psiche, ma il fatto che possa ancora operare normalmente in tali circostanze parla da sé e ci dice proprio come forte è. Nel peggiore dei casi, Batman potrebbe avere una forma lieve di disturbo da stress post-traumatico, ma anche questo è un tratto. La mente di Batman è sicuramente interessante e ha i suoi problemi, ma non è né pazzo, né ha un disturbo mentale.

Se incontri un pazzo versione di Batman (o una versione di vampiri se è per questo), ricorda solo che tali storie non fanno parte di Prime-Earth, dove si svolge la principale continuità narrativa. Quelle storie sono o realtà alternative che si svolgono da qualche altra parte all'interno del Multiverso, o storie di Elseworlds, nessuna delle quali fa parte della continuità principale.

E con ciò possiamo concludere il nostro storia su Batman mente.

E questo è tutto per oggi. Ci auguriamo che ti sia divertito a leggere questo e che ti abbiamo aiutato a risolvere questo dilemma. Alla prossima volta e non dimenticare di seguirci!

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi