Miglior narratore di audiolibri di Harry Potter: Jim Dale contro Stephen Fry

Di Hrvoje Milakovic /1 marzo 202122 marzo 2021

Di solito, ci sono molte cose su un certo franchise su cui i fan non sono d'accordo. Il franchise di Harry Potter non è diverso, ovviamente. Dalla giustificazione per il cambio dell'abito di Hermione per il Ballo del Ceppo all'esclusione di alcuni elementi della serie di libri, ci sono una miriade di argomenti su cui i fan sono divisi. Forse il più grande di questi argomenti è la battaglia tra narratori leggendari, Jim Dale e Stephen Fry. Quindi quale di questi due è il miglior narratore?



In realtà non esiste una risposta giusta a questa domanda. Entrambi i narratori fanno un lavoro straordinario per quanto riguarda la narrazione, motivo per cui questo alla fine dipende dalle preferenze degli ascoltatori. Se vuoi una narrazione più drammatica, preferirai la pubblicità degli audiolibri di Jim Dale, se vuoi emozioni più crude preferirai la versione di Stephen Fry.

Se vuoi un confronto più approfondito tra i due narratori e i loro stili di narrazione, assicurati di continuare a leggere poiché l'articolo è pieno di informazioni utili se stai cercando di trovare una risposta a questa domanda.





Sommario mostrare Chi racconta gli audiolibri di Harry Potter? Chi ha narrato i libri di Harry Potter nel Regno Unito? Miglior narratore di audiolibri di Harry Potter: Jim Dale contro Stephen Fry

Chi racconta gli audiolibri di Harry Potter?

Jim Dale

La serie di Harry Potter è narrata da Jim Dale e Stephen Fry. Entrambi sono amati attori britannici, noti per i loro talenti narratori. Entrambi Jim Dale e Stefano Fritto narrato la serie di Harry Potter nella sua interezza e i loro audiolibri sono disponibili sia su Amazon che su Audible.



Jim Dale è un attore, cantante e cantautore inglese, ma è meglio conosciuto per aver narrato la serie di Harry Potter. Ha iniziato il suo lavoro sulla serie ed è elogiato per il suo lavoro sul campo.

Ha ricevuto due Grammy per il suo lavoro di narratore e sette nomination. Per il suo lavoro nella serie di Harry Potter, ha ricevuto l'audiolibro dell'anno per la sua narrazione in Harry Potter e l'Ordine della Fenice e un Benjamin Franklin Award per il suo lavoro su Harry Potter e il prigioniero di Azkaban.



Stephen Fry è uno degli attori britannici più popolari oggi. Oltre al suo ampio lavoro nell'industria cinematografica, è anche famoso per il suo lavoro nell'industria teatrale, radiofonica e forse in particolare per gli audiolibri.

È stato scelto per narrare la serie di Harry Potter destinata al Regno Unito. Ha continuato il suo lavoro con molti altri titoli popolari come The Hitchhiker's Guide to the Galaxy e persino titoli diversi di JK Rowling poiché narra i suoi libri per bambini The Ickabog.

Chi ha narrato i libri di Harry Potter nel Regno Unito?

Stefano Fritto

Ci sono molti altri narratori di audiolibri che narrano la serie di Harry Potter, ma questi due sono di gran lunga i più popolari. Ciò è dimostrato anche dal modo in cui vengono distribuiti i loro audiolibri.

Gli audiolibri di Jim Dale sono più popolari in America e nel resto del mondo, mentre la distribuzione degli audiolibri di Stephen Fry è focalizzata sul territorio del Regno Unito.

Nonostante questa strategia impostata per il marketing degli audiolibri, entrambi i narratori hanno anche fan in diverse parti del mondo in base allo stile di narrazione preferito dai fan.

Questa a prima vista sembra un'affermazione abbastanza ordinaria, ma in realtà descrive una divisione e un dibattito costante tra i fan incentrati sulla ricerca della risposta a una delle domande più controverse riguardanti il ​​fandom di Harry Potter; chi su due narratori è il migliore.

Miglior narratore di audiolibri di Harry Potter: Jim Dale contro Stephen Fry

Come accennato in precedenza, questa domanda sembra sempre dividere il fandom. Entrambi i narratori sono estremamente talentuosi e danno vita ai personaggi. La causa di questa divisione sembra risiedere nel fatto che gli audiolibri di Jim Dale sono più presenti nel Regno Unito e quelli di Stephen Fry nel resto del mondo, ma principalmente in America. Questo è il motivo per cui i fan sono solitamente prevenuti nei confronti del narratore che era più presente nella loro zona.

Jim Dale è spesso soprannominato più un interprete che un narratore. Molti di coloro che lo preferiscono a Stephen Fry lo menzionano spesso ascoltando gli audiolibri di Jim Dale sembra di ascoltare ad una rappresentazione teatrale.

Questo è uno dei grandi aspetti positivi attribuiti alla sua narrazione poiché consente agli ascoltatori di immergersi nell'universo dei libri molto più facilmente. Questo effetto è ulteriormente amplificato dalla sua capacità di creare voci uniche per i personaggi.

È meglio conosciuto per la sua estensione vocale durante la narrazione ed è elogiato per questo da un pubblico diverso. Dalla capacità di creare voci diverse alla sua applicazione impeccabile di accenti diversi, Jim Dale è riconosciuto come uno dei doppiatori più talentuosi.

Tuttavia, questo può essere un po' esagerato per alcuni ascoltatori. Molte persone sottolineano che la voce di Hermione è un po' esagerata, il che lo rende fastidioso per alcune persone. Un altro esempio di questo è il modo in cui interpreta Draco poiché può suonare un po' da cartone animato piuttosto che malvagio o addirittura cattivo.

Questo stile funziona davvero bene con lo sfondo magico della serie di libri e si adatta bene a tutti i momenti comici durante tutto questo. Funziona molto bene con i primi due libri, ma quando la storia diventa un po' più oscura e inizia a trattare temi più oscuri, questo approccio perde il suo fascino.

Anche se questo funziona ancora per alcuni momenti, ad esempio, riesce a far emergere il dolore e la vulnerabilità che Harry ha provato durante l'ultima resistenza, tuttavia, d'altro canto, questo approccio porta via Voldemort e il suo stato durante la stessa scena.

Tutto sommato, anche se alcune persone trovano la performance di Jim Dale un po' sopra le righe, alla fine si prende più rischi e ripaga con le persone che sono in grado di apprezzare il suo stile di narrazione.

La narrazione di Stephen Fry, d'altra parte, sembra una lettura drammatica del romanzo. Si adatta molto bene e non esagera la sua voce quando si tratta dei diversi personaggi, il che consente all'ascoltatore di immaginare in modo indipendente il mondo in cui si svolge la storia narrata.

Questo crea anche facilmente suspense e spesso fa sentire il lettore come se fosse al centro dell'azione. Molti momenti che contengono molta gravità e suspense portano il tono con cui sono state scritte quelle scene.

Questo rende più facile per l'ascoltatore seguire la storia e passare da un personaggio all'altro, il che è un'ottima alternativa per le persone che trovano la narrazione di Jim Dale un po' troppo.

Il ritmo complessivamente più lento e i cambiamenti meno drammatici tra i diversi personaggi durante la narrazione consentono ai momenti seri ed emotivi di prestarsi perfettamente e trasmettere tutte le emozioni con cui sono stati scritti.

Per quanto il ritratto di Jim Dale si adatti perfettamente ad alcuni personaggi che hanno molti momenti comici, Fry cattura perfettamente i personaggi più seri come Snape, Silente e Lupin.

Oltre ai personaggi principali, Fry è spesso elogiato dai fan per la sua interpretazione dei personaggi meno importanti. Un esempio che viene menzionato spesso è Stan ed Earnie, personaggi usa e getta che Harry incontra durante il suo viaggio nel Knight Bus durante il Prigioniero di Azkaban.

Invece di concentrarsi su voci diverse per trasmettere la personalità dei personaggi che racconta, li presenta trasmettendo alcune delle loro caratteristiche più importanti

Tuttavia, la sua competenza con i personaggi più seri non influisce sul modo in cui offre i momenti più comici.

Dopo questa considerazione, è chiaro che entrambi i narratori svolgono un lavoro fantastico nel portare in vita il mondo di Harry Potter attraverso metodi diversi.

Jim Dale offre una performance coinvolgente che trasporta gli ascoltatori al centro della trama. I personaggi descritti nei libri sono ulteriormente enfatizzati dal suo eccellente uso di diverse voci esagerate e diversi accenti.

Stephen Fry d'altra parte offre uno sguardo più addomesticato ma ugualmente divertente nel mondo di Harry Potter. La sua esperienza nella narrazione rende estremamente facile per gli ascoltatori provare le emozioni che sono state scritte nei personaggi e nelle scene.

La maggior parte dei fan esprime un'opinione su questa domanda in base a chi è stata esposta per prima. Ascoltare prima la serie di libri da un narratore avrà un certo valore sentimentale per alcune persone, soprattutto se la serie di libri è stata una parte importante della tua infanzia.

Dal momento che non esiste un modo oggettivo per determinare quale dei due sia il migliore, alla fine dipende dalle tue preferenze riguardo agli audiolibri.

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi