Sauron e il Negromante sono la stessa persona?

Di Arthur S. Poe /31 gennaio 202122 gennaio 2021

di Tolkien Leggendario è uno degli universi immaginari più grandi, popolari e interessanti che abbiamo. È, in un certo senso, l'epitome di un universo fantasy ed è servito da prototipo per tutti gli universi simili successivi che fanno parte del genere fantasy. L'universo di Tolkien ha molti misteri e mentre alcuni di essi non sono chiari, ce ne sono alcuni che sono stati risolti ma necessitano di ulteriori chiarimenti. La storia di oggi è certamente un mistero, ma che in realtà ha una risposta ma una risposta che deve essere chiarita. L'articolo di oggi riguarda il Negromante, il misterioso personaggio di Lo Hobbit e il suo legame con l'Oscuro Signore Sauron. Sono la stessa cosa o due personaggi separati? Continua a leggere per scoprirlo.



Sebbene il personaggio di Sauron non esistesse al momento della scrittura Lo Hobbit , almeno non nella forma in cui è stato presentato in occasione Il Signore degli Anelli , il Negromante chiamato Thû in realtà è Sauron, che fu canonizzato quando Tolkien pubblicò Il Signore degli Anelli e successivamente rielaborato Lo Hobbit così che è diventato un prequel della narrativa principale.

L'articolo di oggi si concentrerà sui personaggi del Negromante, come appare Lo Hobbit , e Sauron, come appare in Il Signore degli Anelli . Vedrai l'esatta connessione tra questi due personaggi e scoprirai tutto ciò che devi sapere sul Negromante e Sauron, quindi continua a leggere fino alla fine!





Sommario mostrare Chi è Sauron? Sauron e il Negromante sono gli stessi personaggi? Perché Sauron è chiamato il Negromante? Gandalf sapeva che Sauron era il Negromante?

Chi è Sauron?

Sauron, l'Abohorred, è un personaggio immaginario e il principale cattivo di J. R. R. Tolkien Il Signore degli Anelli franchising. È stato una minaccia per la Terra di Mezzo sin dalla Prima Era e ha avuto un ruolo negli eventi durante tutte e tre le Ere del Sole.

Sauron era originariamente una Maia di nome Mairon, che era al servizio di Aule. Viene sedotto da Melkor (Morgoth), che ammira e allo stesso tempo teme, e diventa uno dei suoi più potenti servitori, senza però possedere il potere e il temperamento del suo grande idolo. Durante l'esilio di Melkor nel Vuoto Esterno alla fine della Prima Era, Sauron fugge e inizia a forgiare i propri piani nella Terra di Mezzo. L'obiettivo di Sauron è l'unico dominio sulla Terra di Mezzo. Costruì la potente fortezza Barad-dûr nella terra di Mordor.



Impara dagli Elfi e, a sua volta, insegna loro a creare Anelli del Potere. L'Elfo Celebrimbor crea quindi 19 Anelli del Potere. Tuttavia, Sauron forgia segretamente l'Unico Anello, il Master Ring, al quale trasferisce gran parte del suo potere. Signori degli elfi vigili come Círdan, Gil-galad e Galadriel vedono attraverso di lui e quindi gli tengono nascosti i tre anelli degli elfi. Sauron inizia una guerra contro gli Elfi dell'Eriador, ma alla fine si sottomette apparentemente al potente popolo di Númenor. Con un trucco riesce a incitare il re di Númenor, Ar-Pharazôn, contro i Valar. Nell'anno 3319 della seconda era, Ar-Pharazôn attacca Valinor, l'isola degli dei, con la sua intera flotta, dopodiché Ilúvatar cambia il mondo. Con la caduta associata di Númenor, Sauron riesce a scappare, ma perde per sempre la sua forma attraente in cui è riuscito a sedurre elfi e umani.

Come fantasma, torna nella Terra di Mezzo, dove può darsi una nuova forma solo molto più tardi. Sauron torna a Mordor e costruisce un nuovo esercito verso la fine della Seconda Era. Viene sconfitto dall'Ultima Alleanza dei Popoli Liberi della Terra di Mezzo, guidata da Ereinion Gil-galad, Sommo Re degli Elfi della Terra di Mezzo, ed Elendil, Re degli Uomini Occidentali, nel 3441. Il figlio di Elendil, Isildur, si interrompe il dito su cui è bloccato un anello. Con ciò, il potere di Sauron viene spezzato e la seconda era finisce. Sebbene la forza vitale di Sauron sia vincolata sul ring, Sauron può, in quanto essere indebolito e disincarnato, iniziare a ricostruire il suo potere nel corso di molti anni. Per prima cosa costruì la fortezza Dol Guldur nella Foresta Verde di Eryn Lasgalen, che fu presto chiamata Foresta della Paura di Taur-nu-fuin o Foresta Oscura. Qui viene a sapere dell'imminente invasione dei membri del Consiglio Bianco e fugge di nuovo a Mordor senza che essi sapessero dove si trovasse e fece ricostruire la sua fortezza Barad-dûr, la Torre Nera. Subito dopo comincia a cercare l'Unico Anello, perché questo è riapparso sulla superficie della terra attraverso Bilbo e lo chiama.



Con la distruzione dell'Unico Anello nelle braci ardenti del Monte Fato (Orodruin, Amon Amarth), in cui è stato forgiato, il destino di Sauron è finalmente segnato, Barad-dûr crolla, l'influenza di Sauron sulle creature malvagie è estinta, e loro anche il potere dei tre anelli elfici sta scomparendo.

Sauron e il Negromante sono gli stessi personaggi?

Ora, sappiamo tutti che Sauron e la sua storia sono stati completamente presentati Il Signore degli Anelli , dove Sauron era il principale antagonista. Certamente, Tolkien aveva sviluppato il personaggio di Sauron in una certa misura a quel punto, ma non tutti i dettagli erano stati elaborati. Il personaggio del Negromante, invece, era presente in Lo Hobbit , ma il legame con Sauron inizialmente non era chiaro perché, nel momento in cui scrivo Lo Hobbit , Sauron non era ancora stato creato. Quindi, inizialmente, il personaggio che appare in Dol Guldur era un Negromante chiamato Thû e se aveste letto il romanzo in quel momento, non avreste potuto collegare il Negromante a Sauron. Tuttavia, l'intenzione di Tolkien era sempre che i due fossero la stessa persona.

Sì, Tolkien intendeva che il Negromante (o Thû) fosse Sauron anche prima che Sauron fosse ufficialmente introdotto e ci sono parecchie prove che indicano chiaramente questo e il fatto che il Negromante e Sauron sono la stessa persona. In La storia dello Hobbit , che è stato pubblicato nel 2007, ma contiene le bozze e le idee originali di Tolkien prima della pubblicazione di Lo Hobbit , è scritto (sul Negromante):

'Non essere assurdo' disse il mago. «Questo è un lavoro che va ben oltre i poteri di tutti i nani, se potessero essere riuniti di nuovo tutti insieme dai quattro angoli del mondo. E comunque il suo castello non è più in piedi e lui è volato in un altro luogo più oscuro: Beren e Tinúviel hanno rotto il suo potere, ma questa è tutta un'altra storia.'

Questo è un ovvio riferimento al storia di Morgoth , parte del quale è un giovane Sauron. La connessione è referenziata in entrambi Il Laico di Leithian (Gli uomini lo chiamavano Thû (…) Con glamour quel negromante teneva le sue schiere), il che conferma anche che il Negromante è Thû, e nella Lettera 19, una lettera pre-SdA scritta da Tolkien, dove l'autore dice: anche Sauron il terribile fece capolino sulla cima. Il personaggio di Sauron ha subito molte revisioni anche prima della pubblicazione di Lo Hobbit – era anche un gatto gigante e demoniaco a un certo punto – ma anche se il concetto dell'Unico Anello è stato creato in seguito, la maggior parte della sua storia passata era già stata stabilita, motivo per cui non c'è assolutamente dubbio che Sauron e il Negromante siano la stessa persona.

Perché Sauron è chiamato il Negromante?

A causa del fatto che Sauron, quando è apparso in Il Signore degli Anelli , non sembrava avere i poteri della negromanzia, molte persone erano confuse sul motivo per cui fosse chiamato il Negromante in Lo Hobbit , poiché suggeriva che avesse un potere che apparentemente non aveva. Sappiamo che può prolungare la vita di un personaggio all'infinito (come testimonia il Gollum, tramite l'Unico Anello) o creare e controllare le mostruosità semi vive conosciute come gli Spettri dell'Anello, ma non è mai stato confermato esplicitamente che potesse far rivivere i morti, a almeno non dentro Il Signore degli Anelli . Eppure, molte altre fonti confermano che poteva effettivamente evocare i morti, il che spiega perché era chiamato il Negromante. Per esempio, Il Laico di Leithian afferma quanto segue nei suoi versi:

Gli uomini lo chiamavano Thû, e come un dio
dopo giorni sotto la sua verga
sconcertato gli si inchinò, e fece
le sue orribili tempie all'ombra.
Non ancora da uomini affascinati adorati,
ora era il più potente signore di Morgoth,
Signore dei Lupi, il cui ululato tremante
per sempre echeggiò sulle colline, e ripugnante
incantesimi e oscure sigaldry
tesseva e maneggiava. In glamour
quel negromante teneva le sue schiere
di fantasmi e di fantasmi erranti...

Le ultime due righe e mezzo confermano sia che Thû è il Negromante – che già sapevamo – ma anche che aveva a sua disposizione un gruppo di fantasmi e di fantasmi erranti. Questo non ci dice davvero perché fosse chiamato il Negromante, ma conferma che poteva usare la negromanzia per i propri obiettivi. Un altro passaggio, da La storia della Terra di Mezzo , dà giusta conferma:

È quindi una cosa sciocca e pericolosa, oltre ad essere un atto sbagliato proibito giustamente dai Governanti di Arda nominati, se i Viventi cercano di comunicare con l'Incorporeo, sebbene i senzatetto possano desiderarlo, specialmente i più indegni tra loro. Perché gli Incorporati, vaganti per il mondo, sono coloro che almeno hanno rifiutato la porta della vita e rimangono nel rimpianto e nell'autocommiserazione. Alcuni sono pieni di amarezza, rancore e invidia. Alcuni sono stati ridotti in schiavitù dal Signore Oscuro e continuano a fare il suo lavoro, anche se lui stesso non c'è più. Non diranno verità o saggezza. Chiamarli è follia. Tentare di dominarli e di renderli servi della propria volontà è malvagità. Tali pratiche sono di Morgoth; ei negromanti sono dell'esercito di Sauron, suo servitore.

Questo passaggio conferma che Morgoth, il primo Signore Oscuro, è colui che conosceva queste pratiche, e che Sauron, il suo servitore più fedele, aveva allo stesso modo i poteri della negromanzia, il che spiega il nome e il suo ruolo in Lo Hobbit ; lì, dovette nascondersi come Negromante perché non era all'apice dei suoi poteri, poiché in quel momento era in una fase di rinascita.

Gandalf sapeva che Sauron era il Negromante?

Quando il personaggio del Negromante apparve nella fortezza di Dol Guldur, nessuno era a conoscenza della sua vera identità. Gli Elfi e il Consiglio Bianco sospettavano che potesse essere Sauron, ma non lo sapevano; nel frattempo, Sauron stava raccogliendo le sue forze e stabilendo un leale esercito di Spettri dell'Anello. Gandalf, sospettando che il Negromante potesse essere Sauron, si infiltrò in Dol Guldur in un'occasione, ma Sauron fuggì in modo da poter nascondere la sua vera identità, poiché non era ancora abbastanza potente per difendersi.

Non rinunciando ai suoi sospetti, Gandalf fece una seconda intrusione in Dol Guldur, quando finalmente confermò che il Negromante era, in effetti, Sauron. Informò il Consiglio Bianco che, nonostante l'opposizione di Saruman, raccolse i propri poteri e attaccò il Negromante, cacciandolo infine da Dol Guldur in modo permanente, ma non sconfiggendolo.

E questo è tutto per oggi. Ci auguriamo che ti sia divertito a leggere questo e che ti abbiamo aiutato a risolvere questo dilemma. Alla prossima volta e non dimenticare di seguirci!

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi