50 migliori film coreani di tutti i tempi

Di Roberto Milakovic /19 aprile 202119 aprile 2021

Probabilmente avrai già sentito parlare del grande trionfo del film sudcoreano Parasite, diretto da Bong Joon Ho; ha vinto un Oscar nella categoria miglior film, miglior film straniero, miglior sceneggiatura e miglior regista. I veri fan del cinema sanno da tempo quanto sia forte il cinema coreano e sospettiamo che l'interesse per titoli simili possa aumentare notevolmente. Questo è il motivo per cui abbiamo deciso di farti questo elenco dei migliori film coreani di tutti i tempi, quindi dai un'occhiata di seguito.



Quando si tratta della qualità del film, raramente qualcuno può competere con i sudcoreani oggi. Ma non è sempre stato così. È stato solo con l'apparizione di registi come Chan Wook-Park, Kim-ki Duk, Kim Jee-woon e Bong Joon-ho che il cinema sudcoreano ha iniziato a prosperare.

I registi sudcoreani stanno firmando titoli di culto come Oldboy, Memories of Murder e A Tale Of Two Sisters, ma ce ne sono molti altri, un po' meno conosciuti, che potrebbero piacerti. Abbiamo individuato una serie di drammi umoristici, storie romantiche, thriller polizieschi imprevedibili, ma anche film horror che potrebbe provocare emozioni simili a quelle del grande Parassita.





Sommario mostrare I migliori film coreani di tutti i tempi Una storia di due sorelle Sete Bruciando Sperare L'inseguitore Il Mare Chilsu e Mansu Nuovo mondo Lavoro estremo La figura oscura del crimine L'ancella L'arco Il padrone di casa Il mondo di noi Casa del colibrì Una vita agrodolce La domestica Notte sparsa Ho visto il diavolo Oasi Ricordi di omicidio Il film di Oki La mia ragazza impertinente Nessun rimpianto Minacciare La strada di casa Obaltano Il giorno in cui arriva Assassinio I fuorilegge Fuoco Dipinto Poesia Prenditi cura del mio gatto Salva il pianeta verde! Madre Bene Treno per Busan Primavera, Estate, Autunno, Inverno... e Primavera vecchio ragazzo Montagna senza alberi La serie Whispering Corridors Sole segreto Il re e il pagliaccio Il pianto Parassita Caramelle alla menta piperita Un tassista Dimenticato Pieta bucaneve

I migliori film coreani di tutti i tempi

Per chi non lo sapesse, la nuova ondata di film sudcoreani è stata creata nel 1998, con la comparsa di un paio di fantastici titoli, diretti dai suddetti artisti. I loro lavori hanno poi infranto anche le aspettative più sfrenate a tal punto che il mondo non ha avuto altra scelta che togliersi il cappello e accettare la Corea del Sud come una nuova potenza cinematografica.

Dopo il bizzarro grande successo di un paio di progetti principali di quella nuova ondata, persone da tutto il mondo hanno iniziato a interessarsi al cinema sudcoreano. La stragrande maggioranza dei veri amanti del cinema ha iniziato a interessarsi a cos'altro ha da offrire la cinematografia di questo paese, che ovviamente ha influenzato le grandi case cinematografiche e lo stato stesso, per iniziare a investire molto più seriamente nello sviluppo del film nazionale .



Questo ci ha anche costretto a fare un elenco dei migliori film coreani che devi guardare e che ti attireranno completamente al cinema coreano. Quindi dai un'occhiata qui sotto.

Una storia di due sorelle

Mentre era in un ospedale psichiatrico, l'adolescente Soo-mi Bae ricorda in una conversazione con uno psichiatra le circostanze che hanno portato al suo ricovero in ospedale. Dopo la morte di sua madre, Soo-mi è tornata a casa dei suoi genitori, dalla sorella minore Soo-Yeon e dal padre Moo-Hyeon. A entrambe le sorelle non piaceva la nuova moglie del padre e la matrigna Eun-Joo Heo, che dovevano chiamare mamma. Quando Soo-Yeon ha scoperto le cicatrici sulle sue mani, Soo-mi ha concluso che la sua matrigna stava abusando di sua sorella. Tutto si è ulteriormente complicato quando entrambi sono stati spaventati da suoni spaventosi durante la notte, quando hanno visto personaggi irreali e quando qualcosa ha iniziato a insinuarsi nei loro letti. Soo-mi ha quindi concluso che la sua matrigna era responsabile e che stava nascondendo un oscuro segreto.



Liberamente basato su una fiaba sudcoreana precedentemente composta da tre schermi, il pluripremiato dramma horror è un risultato estremamente stratificato, un intrigante dramma familiare incentrato su un piccolo numero di personaggi, i loro personaggi e le interrelazioni. Il tutto è caratterizzato da una fotografia estetizzata con l'uso di angoli insoliti e inaspettati, atmosfere ansiose estremamente suggestive a cui si aggiungono interni limitati e claustrofobici in cui si svolgono gli eventi, abile aggiornamento del dramma con elementi dell'horror brillantemente utilizzati. abile gioco con le aspettative del pubblico e un'interpretazione recitativa molto allegra.

Sete

Un thriller horror basato in parte sul romanzo di Emil Zola Thérese Raquin

Sang-Hyun è un prete in servizio in un ospedale locale. Si reca in Africa per verificare se ha trovato una cura per la malattia causata dal virus Emmanuel. Ma presto fu contagiato e morì. Presto tornerà in questo mondo come un vampiro. Quando torna a casa diventa un eroe e la gente crede che faccia miracoli. Poi inizia una relazione amorosa con la moglie del suo vecchio amico. Vuole uccidere suo marito e coinvolgere Sang-Hyun nei suoi intrighi...

Bruciando

Il film Burning è basato su un racconto di Haruki Murakami.

Jong-Su è un fattorino di vent'anni che incontra Haemi al lavoro, una ragazza che conosceva da bambino ma a cui non pensava da anni. Ricordandogli che ha trattato il suo aspetto fisico in modo crudele (cosa che Jongsu non ricorda affatto) questa bella ragazza seduce il fattorino dando così inizio alla loro relazione brusca. Tuttavia, presto Hae-mi chiede un favore a Jong-us: mentre è in viaggio in Africa, dovrebbe tenere d'occhio il suo gatto. Jong-Su, ovviamente, è d'accordo anche se inizia a dubitare dei suoi sentimenti per lui, soprattutto dopo che Hae-mi è tornata dal viaggio con Ben, un giovane misterioso e il suo nuovo (ricco) amico.

Sperare

Sperare, noto anche come desiderio , è un film sudcoreano del 2013 diretto da Lee Joon-Ik, con Sol Kyung-gu, Uhm Ji-won e Lee Re. Ha vinto il premio come miglior film al 34° Blue Dragon Film Awards.

Il film è tratto da una storia vera , il famigerato caso Cho Doo-Soon nel 2008, in cui una bambina di 8 anni, di nome Na-young dalla stampa coreana, è stata violentata e picchiata da un uomo di 57 anni ubriaco in un bagno pubblico. Il tribunale ha condannato l'uomo a soli 12 anni di carcere, cosa che ha causato indignazione nel Paese per la brutalità del crimine e per la storia di violenza fisica e sessuale dell'uomo.

L'inseguitore

Il film d'esordio del regista Hong The Chaser ha ricordato a molti il ​​thriller coreano di maggior successo 'Memories of Murder', il capolavoro di Bong. È vero, il debutto On Hong-jin Heritage ha alcune somiglianze, ma è un film coreano imbarazzato, originale, commovente e fantastico, superiore a tutti i film hollywoodiani contemporanei con temi simili.

L'ex agente di polizia Eom Joong-ho (Kim Yoon-Seok) è ora un magnaccia. Joong-Ho si trova in grossi guai finanziari dopo che due delle sue prostitute sono scomparse. Tra quelle lasciate a sua disposizione c'è la bella Kim Mi-jin (Seo Yeong-he), la madre della ragazza Eun-Ji (Kim Yoo-Jeong). È solo dopo aver mandato Mi-Jin da un cliente che il magnaccia si rende conto che quel cliente potrebbe essere responsabile della scomparsa della sua ragazza. La sfortunata Mi-Jin si ritrova presto nel seminterrato di un brutale serial killer...

Il Mare

Il significato del titolo, Il Mare, in italiano significa Il mare, e in questo fantastico film coreano è il nome della casa al mare che fa da cornice alla storia. I due protagonisti vivono entrambi lì a due anni di distanza nel tempo, ma riescono a comunicare attraverso una misteriosa cassetta delle lettere.

Chilsu e Mansu

Chilsu e Mansu è il debutto alla regia di Park Kwang-Su, che sarebbe diventato non solo un affermato regista a pieno titolo, ma un modello influente per una nuova generazione di registi socialmente consapevoli. Il film segna anche una delle interpretazioni più memorabili di due famosi attori veterani, Ahn Sung-ki e Park Joong-hoon.

Il cameratismo facile e convincente mostrato dai due uomini prefigurava il loro nuovo cast insieme nella commedia di successo Two Cops (1993) e nel film d'azione/artistico Nowhere to Hide (1999). Anche Bae Jong-ok, che interpreta la ragazza di Chil-Su, continua a lasciare il segno nel cinema contemporaneo, interpretando un ruolo acclamato nel pluripremiato La gelosia è il mio secondo nome (2003).

La trama segue un pittore che lascia il suo lavoro e cerca un lavoro e un posto dove stare a una vecchia conoscenza.

Nuovo mondo

New World è del regista Park Hun-Jeong (The Tiger: An Old Hunter's Tale, Night in Paradise) e vede nel cast Lee Jung-Jae, Choi Min-Sik, Hwang Jung-min, Park Sung-Woong, Song Ji-Hyo.

L'ufficiale sotto copertura Ja-sung (Jung-Jae Lee) si infiltra nel più grande sindacato criminale della Corea e trascorre otto anni a salire di livello. Quando il capo dell'organizzazione viene ucciso, Ja-sung è combattuto tra la sua lealtà.

Lavoro estremo

Dal regista, Lee Byeong-heon, arriva un film coreano Extreme Job. Nel cast Ryu Seung-ryong, Lee Ha-nee, Jin Sun-kyu, Lee Dong-hwi, Gong Myoung, Shin Ha-kyun, Oh Jung-se, Kim Eui-sung, Song Young-gyu, Heo Joon-seok, Kim Ji-young, Kim Jong-soo, Yang Hyun-min, Lee Joong-ok, Kim Kang-hyun, Tae Won-seok, Jang Ji-woong, Jang Jin-hee, Shin Shin-ae, Na Chul, Ji Chan , Jung Won-chang e Yoo Je-yoon.

Una squadra antidroga tenta di abbattere un'organizzazione criminale e per farlo devono andare sotto copertura, quindi iniziano a lavorare in un ristorante di pollo, che diventa famoso per il suo delizioso pollo. A causa dell'inaspettata popolarità, gli investigatori si trovano in una situazione che non si sarebbero mai aspettati.

La figura oscura del crimine

Dark Figure of Crime è un film drammatico sudcoreano del 2018 diretto da Kim Tae-kyun. Le star del film sono Kim Yoon-seok e Ju Ji-hoon. È stato rilasciato il 3 ottobre 2018. Dark Figure of Crime è stato vagamente ispirato dall'869esimo episodio di Unanswered, un programma televisivo investigativo sudcoreano, che racconta una storia vera accaduta a Busan, dove non sono mai stati segnalati omicidi, i corpi non sono mai stati trovati , e le indagini non sono mai avvenute.

Un serial killer viene catturato per il suo settimo omicidio. Un poliziotto cerca di risolvere i primi sei casi con l'aiuto dell'assassino, ma inizia a sospettare che abbia secondi fini. Basato su una storia vera.

L'ancella

Negli anni '30, la Corea del Sud era sotto l'occupazione giapponese. Nella magnifica tenuta, l'erede giapponese vive con uno zio dominante. Una volta che assumono una nuova cameriera, saranno coinvolti in un incredibile mix di eventi. La cameriera, infatti, ha un piano malvagio. Ha deciso di sedurre l'erede con il suo partner, derubarla e rinchiuderla in un istituto psichiatrico. Ma quando si innamorano, tutti i piani vanno male.

L'arco

The Bow è un film del 2005 scritto e diretto da Kim Ki-duk. È stato proiettato nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2005.

The Bow è principalmente incentrato su un uomo di 60 anni e una ragazza di 16 anni che vivono quasi in isolamento su un peschereccio. È stato deciso che si sposeranno quando la ragazza compirà 17 anni. Come altri film di Kim Ki-duk, il film contiene pochissimi dialoghi ed è pieno di simbolismo.

Il padrone di casa

The Host è un film di mostri sudcoreano del 2006 diretto da Bong Joon-ho e interpretato da Song Kang-ho, Byun Hee-bong, Park Hae-il, Bae Doona e Go Ah-sung. Il film riguarda un mostro che rapisce la figlia di un uomo e i suoi tentativi di salvarla. Secondo il regista, la sua ispirazione per questo film è venuta da un articolo locale su un pesce deforme con una spina dorsale a forma di S catturato nel fiume Han.

Nel febbraio 2000, sostanze chimiche tossiche sono state rilasciate nel fiume Han da una base militare statunitense in Corea del Sud. Sei anni dopo, un mostruoso pesce rettile emerge dal fiume e inizia ad attaccare i residenti di Seoul. Il mostro afferra la ragazza Hyun-seo e la porta con sé nel fiume, e suo padre, altri membri della sua famiglia e altri cittadini che sono entrati in contatto con il mostro finiscono in quarantena. Gang-du riceve una telefonata da sua figlia che gli dice che è sopravvissuta all'attacco del mostro ed è nelle fogne della città. Poiché le autorità non si fidano di lui, pensando che sia l'illusione di un padre sopraffatto dal dolore, Gang-du e altri membri della famiglia fuggono dalla quarantena per salvare Hyun-seo.

Il mondo di noi

The World of Us è un film drammatico sudcoreano del 2016 scritto e diretto da Yoon Ga-eun al suo debutto alla regia. Il film è uscito in Corea del Sud il 16 giugno 2016.

Il film è incentrato su Sun (Choi Soo-in), una ragazza delle elementari ed emarginata sociale che fa amicizia con una studentessa trasferita di nome Jia (Seol Hye-in) durante le vacanze estive. Quando inizia il nuovo semestre, la loro nuova amicizia viene messa alla prova poiché Sun e Jia sono soggetti a bullismo e problemi interni. Riusciranno a superare i propri limiti?

Casa del colibrì

House of Hummingbird è un film drammatico sudcoreano del 2018 scritto e diretto da Kim Bora. Il film ha debuttato in concorso alla sezione New Currents del Busan International Film Festival nell'ottobre 2018, dove ha vinto il NETPAC Award e il KNN Audience Award. Il film ha raccolto 59 premi, tra cui il Grand Prix of Generation 14 più la giuria internazionale per il miglior film al 69° Festival Internazionale del Cinema di Berlino e il Best International Narrative Feature Award al Tribeca Film Festival 2019.

Qualunque cosa faccia, Eunhee si sente un'estranea. Poi il suo nuovo insegnante di cinese si rivela completamente diverso da tutti gli altri. Una narrativa compassionevole e meticolosamente raccontata di un'estate apparentemente regolare che non lascia nulla invariato.

Una vita agrodolce

Dopo lo straordinario film drammatico La storia di due sorelle, il pluripremiato regista sudcoreano Kim Ji-won (The Quiet Family, Three Extremes 2, The Good, the Bad, the Weird) ha girato questo umorismo nero stilizzato, visivamente impressionante, grottescamente violento e un dramma gangster sorprendentemente emotivo.

Il giovane Sun-woo (L. Byung-hun) è un albergatore di successo, un ragazzo tranquillo e determinato che risolve sempre tutti i problemi in modo efficace. Come membro dell'organizzazione gangster del boss spietato Kang (K. Yeong-cheol), Sun-woo ricorre spesso alla violenza. Quando Kang gli affida il compito di una specie di guardia del corpo alla sua giovane ragazza Hee-soo (S. Min), una violoncellista di talento che Kang sospetta abbia un amante, Sun-woo si troverà improvvisamente in grossi guai.

Vale a dire, dopo essersi innamorato a prima vista dell'attraente Hee-soo, Sun-woo decide di mantenere Kangu in silenzio sul fatto che la ragazza ha davvero un amante. Spinto dalla gelosia e dalla devozione per il suo capo, picchia il giovane, Sun-woo entra in conflitto con due membri del clan di gangster avversario durante un viaggio notturno in macchina. Quella stessa notte, dei delinquenti hanno fatto irruzione nel suo appartamento, lo hanno picchiato e gettato in una strada piovosa e fangosa. Il giovane scopre che dietro a tutto c'è Kang, che non vuole un conflitto con il clan avversario e sospetta che Sun-woo sia l'amante di Hee-soo.

La domestica

The Housemaid è un film thriller erotico melodrammatico sudcoreano del 2010 diretto da Im Sang-soo. La storia è incentrata su Eun-yi, interpretata da Jeon Do-yeon, che viene coinvolta in un triangolo amoroso distruttivo mentre lavora come domestica per una famiglia della classe superiore. Altri membri del cast includono Seo Woo, Lee Jung-jae e Youn Yuh-jung. Il film è un remake dell'omonimo film del 1960 di Kim Ki-young. Ha gareggiato per la Palma d'Oro al Festival di Cannes 2010.

La relazione di un uomo con la domestica della sua famiglia porta a oscure conseguenze. Eun-yi viene assunta come ragazza alla pari per Hae-ra (incinta di due gemelli) e il suo ricco marito Hoon. Il compito principale di Eun-yi è guardare la giovane figlia della coppia, Nami. Eun-yi non vede l'ora di entrare in contatto con Nami, che gradualmente si affeziona a lei.

Hoon inizia a flirtare segretamente con Eun-yi, allettandola con bicchieri di vino e il suo pianoforte, e alla fine iniziano una relazione sessuale. Nonostante la relazione, Eun-yi è ancora cordiale e amichevole con la moglie ignara di Hoon, Hae-ra. Esprime persino entusiasmo e gioia per l'andamento della gravidanza di Haera.

Notte sparsa

Im Sang-soo dirige La notte sparsa e le star del film sono Jeon Do-yeon, Lee Jung-jae, Seo Woo, Youn Yuh-jung, Park Ji-young, Ahn Seo-hyun, Hwang Jeong-min, Moon So- ri, Chae Tae-back, Jeon Sin-hwan, Noh Sang-min, Jang Soon-kyu, Cho Yong-jae e Lim Hyun-kyung.

Sumin e Jinho sono fratelli che vivono insieme. I loro genitori dichiarano loro che presto divorzieranno. Dicono che non è ancora deciso come i quattro membri della famiglia vivano separati e chiedono loro di aspettare circa 2 settimane. Sumin passa ogni giorno a preoccuparsi dei genitori con cui vivrà e se vivrà separata da Jinho. Un giorno, i suoi genitori le offrono un suggerimento.

Ho visto il diavolo

Jank Kyung Chul è un pericoloso psicopatico che uccide per la carne umana. Le sue vittime vanno dalle giovani donne ai bambini. La polizia gli dava la caccia da molto tempo. Presto ucciderà la figlia di un poliziotto in pensione. Il suo fidanzato è un agente di polizia che farà di tutto per trovare l'assassino. Decide di preparare una feroce vendetta per l'assassino disumano anche se è diventato un mostro come lui.

Oasi

Oasis è un film sudcoreano del 2002 diretto da Lee Chang-dong. La trama del film racconta la difficile storia d'amore tra un uomo leggermente disabile mentale che è appena uscito di prigione dopo un ​2unoDue-anno di condanna per omicidio colposo e una donna con grave paralisi cerebrale. Protagonista in questi ruoli è la coppia del precedente film di Lee Chang-dong Caramelle alla menta piperita : Sol Kyung-gu e Moon So-ri. Il film mostra anche come i due personaggi principali vengono trattati dalle loro famiglie e percepiti dalle persone che li circondano.

Oasis è la storia d'amore di due giovani abbandonati dalle famiglie. Un giovane uscito di prigione fa visita alla vedova dell'uomo che ha ucciso guidando in stato di ebbrezza. Lì incontra sua figlia, costretta su una sedia a rotelle con una paralisi cerebrale. Riusciranno queste due persone perse a trovare un modo per far funzionare la loro relazione?

Ricordi di omicidio

Ottobre 1986 Il corpo di una giovane ragazza viene ritrovato in un piccolo paese non lontano da Seoul. L'indagine viene svolta dal detective della polizia locale Park Doo-man (S. Kang-ho), determinato a risolvere il caso rapidamente. Ma le cose si complicano quando viene presto trovata un'altra donna uccisa, portando la polizia a concludere che i crimini erano collegati e che le vittime vestite di rosso sono state uccise durante la pioggia.

Pensando che l'autore fosse uno spettatore, Park Doo-man lo picchia, ma si rende conto che il suo collega della capitale Seu Tae-yoon (K. Sang-kyung) è venuto ad aiutarlo con le indagini. E mentre Park è un uomo incorreggibilmente maleducato, Sao cerca di trovare l'assassino con metodi diversi. Tuttavia, il loro primo detenuto non è quello che stanno cercando.

Il film di Oki

In una narrazione in più parti divisa in quattro capitoli, Hong modella un nuovo tipo di triangolo amoroso. Oki è una giovane e bella studentessa universitaria laureata in produzione cinematografica e divisa tra gli affetti di due uomini: un professore di cinema più anziano e un ex studente/regista in erba. Mentre la storia del film cambia prospettive e linee temporali, Hong descrive ogni relazione con i ritmi autenticamente imbarazzanti della vita reale.

La mia ragazza impertinente

My Sassy Girl è una commedia romantica sudcoreana del 2001 diretta da Kwak Jae-yong, con Jun Ji-hyun e Cha Tae-hyun. Il film è basato su una storia vera raccontata in una serie di post sul blog scritti da Kim Ho-sik, che in seguito li ha adattati in un romanzo di fantasia.

Un uomo mite e mite viene in aiuto di una giovane donna ubriaca su un binario della metropolitana. Non sa quanti guai ha in serbo.

Nessun rimpianto

No Regret è un film sudcoreano del 2006 e il debutto alla regia di Leesong Hee-il, basato sul suo precedente cortometraggio Good Romance. No Regret è anche considerato il primo film gay coreano 'vero' ed è anche il primo film sudcoreano diretto da un regista coreano apertamente gay.

Sumin è un'orfana che cerca di conciliare il lavoro in una fabbrica con lo studio in una scuola d'arte e un lavoro serale. Una notte, un giovane e ricco uomo d'affari gli fa un anticipo durante uno dei suoi lavori di guida.

Minacciare

Diretto da Lee Isaac Chung, Minari è una storia tenera e travolgente su ciò che ci radica. Segue una famiglia coreano-americana che si trasferisce in una fattoria dell'Arkansas alla ricerca del proprio sogno americano. La casa di famiglia cambia completamente con l'arrivo della loro nonna scaltra, sboccata, ma incredibilmente amorevole. Tra l'instabilità e le sfide di questa nuova vita negli aspri Ozarks, Minari mostra l'innegabile resilienza della famiglia e ciò che rende davvero una casa.

La strada di casa

The Way Home è un film del 2002 scritto e diretto da Lee Jeong-hyang. Racconta la commovente storia di una nonna e di suo nipote originario di città che viene a vivere con lei in un villaggio rurale. Il film, che ricorda alle giovani generazioni l'amore incondizionato e la cura che gli anziani danno disinteressatamente, ha vinto l'equivalente sudcoreano degli Oscar per il miglior film e sceneggiatura. È stato il secondo film nostrano con il maggior incasso in Corea del Sud nel 2002.

La storia inizia in una bella mattina d'estate quando San-woo e sua madre salgono su un autobus per la campagna. È presto chiaro che i passeggeri rurali non sofisticati infastidiscono il ragazzo urbano di sette anni. Sua madre lo sta portando a vivere con la nonna di 78 anni, muta, ma non sorda, mentre cerca un nuovo lavoro dopo che un'impresa commerciale a Seoul è fallita.

Obaltano

Obaltan è un film drammatico sudcoreano del 1960 diretto da Yu Hyun-mok. La trama è basata sull'omonimo romanzo di Yi Beomseon. È stato spesso definito il miglior film coreano mai realizzato.

Due fratelli - Chul-ho, un contabile con mal di denti e moglie incinta, e Yong-ho, un ex soldato disoccupato ferito in battaglia - navigano nella Corea del dopoguerra.

Il giorno in cui arriva

Il giorno in cui arriva è un film drammatico sudcoreano del 2011 scritto e diretto da Hong Sang-soo. Il film è in bianco e nero. È stato presentato in anteprima il 19 maggio 2011 nella sezione Un Certain Regard del 64° Festival di Cannes. Ha ricevuto 45.223 ammissioni nella sua uscita nazionale.

Sang-Joon è professore nel dipartimento di cinema di un'università provinciale. Va a Seoul per incontrare il suo anziano, Young-Ho, che lavora come critico cinematografico. Sang-Joon soggiorna in un villaggio del nord di Seoul per 3 giorni.

Assassinio

Assassination è un film d'azione di spionaggio sudcoreano del 2015 scritto e diretto da Choi Dong-hoon.

Nella Corea occupata dai giapponesi, a tre combattenti per la libertà viene assegnata una missione per assassinare un leader militare genocida e il suo principale collaboratore. Ma il piano va completamente storto tra doppi giochi, contro-assassini e una rivelazione scioccante sul passato di uno dei sicari.

I fuorilegge

The Outlaws è un film d'azione poliziesco sudcoreano del 2017 diretto da Kang Yoon-sung. Le star del film sono Ma Dong-seok e Yoon Kye-sang.

A Chinatown, legge e ordine vengono sconvolti quando un trio di feroci gangster cinesi arriva, inizia a terrorizzare i civili e ad usurpare il territorio. I gangster locali assediati si alleano con la polizia, guidata dalla mina vagante Ma Seok-do, per abbatterli. Basato su una storia vera.

Fuoco Dipinto

Chi-hwa-seon o Chwi-hwa-seon, (noto anche come Painted Fire, Strokes of Fire o Drunk on Women and Poetry), è un film drammatico sudcoreano del 2002 diretto da Im Kwon-taek su Jang Seung-eop (comunemente conosciuto con il suo pseudonimo, Owon), un pittore coreano del diciannovesimo secolo che cambiò la direzione dell'arte coreana.

Inizia con l'artista coreano sospettoso di un amante dell'arte giapponese che apprezza il suo lavoro. La storia risale quindi ai primi anni del suo uomo. All'inizio come un vagabondo con un talento per il disegno, ha un talento per imitare l'arte di altre persone, ma è spinto ad andare avanti e sviluppare uno stile tutto suo. Questo processo è doloroso e spesso si comporta molto male, ubriacandosi ed essendo ostile verso coloro che si prendono cura di lui e cercano di aiutarlo.

Poesia

Poesia è un film drammatico sudcoreano del 2010 scritto e diretto da Lee Chang-dong. Racconta la storia di una donna di periferia sulla sessantina che inizia a sviluppare un interesse per la poesia mentre lotta contro il morbo di Alzheimer e il suo irresponsabile nipote.

Yoon Jeong-hee recita nel ruolo principale, che è stato il suo primo ruolo in un film dal 1994. La poesia è stata selezionata per il concorso principale al Festival di Cannes 2010, dove ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura. Altri riconoscimenti includono i Grand Bell Awards per il miglior film e la migliore attrice, i Blue Dragon Film Awards per la migliore attrice, il Los Angeles Film Critics Association Award per la migliore attrice e l'Asia Pacific Screen Award per il successo nella regia e la migliore interpretazione di un'attrice.

Prenditi cura del mio gatto

Take Care of My Cat è un film di formazione sudcoreano del 2001, il primo lungometraggio del regista Jeong Jae-eun. Racconta la vita di un gruppo di amiche - cinque giovani donne - un anno dopo il diploma di scuola superiore, mostrando i cambiamenti strazianti e le stimolanti difficoltà che devono affrontare sia nelle loro amicizie che nel mondo del lavoro nel contesto della globalizzazione.

L'elegante Hye-joo si concentra sulla sua carriera in una casa di intermediazione. Si guadagna da vivere dignitosamente, ma i suoi colleghi la disprezzano. Tae-hee si stanca di vivere sotto il controllo del padre prepotente. Trascorre il suo tempo facendo volontariato per un poeta affetto da paralisi cerebrale. Sullen Ji-young vive in povertà con i suoi nonni e fatica a trovare lavoro. Le ragazze, amiche intime al liceo, si ritrovano a separarsi mentre le loro vite adulte iniziano a prendere forma.

Salva il pianeta verde!

Salva il pianeta verde! è una commedia di fantascienza sudcoreana scritta e diretta da Jang Joon-hwan, uscito il 4 aprile 2003. La storia di base inizia quando il personaggio principale, Lee Byeong-gu, rapisce un altro uomo, convinto che quest'ultimo sia un alieno.

Un giovane crede che i leader del suo paese siano in realtà alieni rettiliani tossici inviati a lanciare un'acquisizione della sua amata Terra. Quindi decide di rapirli e forzare la verità davanti alla telecamera nel suo seminterrato che funge anche da studio cinematografico e camera di tortura.

Madre

Un altro film in questa lista firmato dal genio Bong Joon-ho. La storia del film Mother, ovvero Madeo, è abbastanza semplice. Qui seguiamo una vedova che sta cercando in tutti i modi di dimostrare che suo figlio mentalmente disturbato non ha ucciso la ragazza per la quale sta scontando l'ergastolo.

Madeo è una raccomandazione ideale per tutti gli amanti del cinema che amano occuparsi dei dettagli e rivalutare ciò che sta effettivamente accadendo sullo schermo.

Bene

Bong Joon-Ho centra il focus del suo sesto lungometraggio su Miya, una ragazza cresciuta tra le montagne della Corea del Sud, con il suo fedele amico, il super maiale Okya. Okja è una delle 26 creature allevate naturalmente nei laboratori della Mirando Corporation per risolvere il problema della fame nel mondo. Questi animali lasciano una traccia minima sulla natura, crescono fino a dimensioni incredibili, mangiano cibo minimo e, naturalmente, un giorno diventano una cena di gusto superiore. Il motivo per cui Okja cresce allo stato brado piuttosto che nella prigionia di Mirando Corp è la mossa di marketing di Lucy Mirando (Tilda Swinton), l'amministratore delegato della società, che sta cercando di aumentare il rating positivo della sua azienda. Lucy ha distribuito supermaiali agli allevatori locali in tutto il mondo. Dopo dieci anni, intende tornare per i suoi animali, selezionare e premiare il miglior esemplare, per poi ampliare la produzione di massa di prodotti a base di carne.

Mirando Corp. manda il suo pazzo scienziato Johnny Wilcox (Jake Gyllenhaal) a separare Mia e Okju e portare il supermaiale a una competizione a New York. Ovviamente, Mija non lascia andare la sua amica senza combattere, e nella storia viene coinvolto l'Animal Liberation Front (Paul Dano, Steven Yeun, Devon Bostick, Lily Collins), un'organizzazione terroristica che vuole salvare Okja per la propria tribù. obiettivi.

Il regista Joon-ho ci propone un viaggio emozionante e ricco di azione dell'eroina Mija accompagnato da un commento sui social media, un'ossessione per le tecnologie digitali e il successo.

Treno per Busan

Yeon-Sang ho (The Fake) è il regista e sceneggiatore di un film che segue un gruppo di sopravvissuti durante l'invasione di zombi coreani. Queste persone hanno un compito semplice, devono sopravvivere sul treno che va a Busan.

Train to Busan è diventato uno dei film di zombi più popolari di sempre. Inoltre, una delle opere sudcoreane di maggior successo e redditizie. Un tipico film sugli zombi in cui gli zombi sono solo uno strumento per mostrare il carattere umano è in realtà una storia contemporanea sul nostro comportamento.

Seok è un padre divorziato molto impegnato che cerca di conciliare lavoro e vita privata. Insoddisfatta degli sforzi di suo padre, sua figlia voleva andare da sua madre. Non poteva lasciarla andare da sola in treno, così decise di andare con lei. Disteso tra la cura di sua figlia e le telefonate, è successo qualcosa di anche peggio. Sono apparsi gli zombi. In situazioni critiche, il nostro vero volto viene a galla. Pertanto, attraverso il film vedrai diversi personaggi e i loro pro e contro.

Primavera, Estate, Autunno, Inverno... e Primavera

Spring, Summer, Fall, Winter… And Spring Again segue un monaco buddista che vive con un certo ragazzo in un insolito tempio in mezzo all'acqua, molto nascosto nel cuore della foresta coreana. Ogni giorno i due si siedono su una barca e remano verso la foresta, per trovare generi alimentari e altre piccole cose necessarie per sopravvivere in questo ambiente insolito.

Sebbene trascorra la maggior parte del suo tempo in silenzio, il buddista cerca di allevare il ragazzo nel miglior modo possibile durante la prima metà del film. Durante i primi 40 minuti gli insegna importanti lezioni di vita, oltre a tutti quei valori che dovrebbe coltivare come persona sana di mente.

Tuttavia, col passare del tempo, lo studente ascolta sempre meno il monaco. La sua natura e il suo istinto lo portano in una direzione completamente diversa. Si interessa a tutte le piccole cose della vita nell'ambiente moderno che il monaco gli ha negato. Determinato a costruire la sua vita da qualche altra parte, il ragazzo a un certo punto lascia il monaco, ma a causa di una combinazione di circostanze sfortunate, torna presto dal suo insegnante, cercando il riscatto per alcune azioni che ha commesso nel frattempo.

vecchio ragazzo

Choi Min-sik eccelle semplicemente come martire che viene rapito da un gruppo di personaggi sconosciuti per ragioni inspiegabili e tenuto per 15 anni in una stanza in un luogo sconosciuto, per poi essere rilasciato un giorno all'improvviso, anche senza alcun motivo reale e significativo.

Per chi non lo sapesse, Oldboy è considerato il titolo cinematografico più popolare, più importante e più stimato originario della Corea. Ha ridefinito per sempre il genere a cui appartiene e ha dato il via a una valanga di fantastici thriller polizieschi sudcoreani, che possono essere visti dall'aereo cercando di imitare il più possibile ciò che Park ha mostrato in questo film.

Montagna senza alberi

Treeless Mountain è un film drammatico sudcoreano del 2008 scritto e diretto da So Yong Kim. Nel cast Hee Yeon Kim, Song Hee Kim, Soo Ah Lee, Mi Hyang Kim e Boon Tak Park. Il film è stato presentato in anteprima il 5 settembre 2008 al Toronto International Film Festival 2008 ed è stato distribuito in edizione limitata negli Stati Uniti il ​​22 aprile 2009.

A Seoul, in Corea, due sorelle devono prendersi cura l'una dell'altra quando la madre le lascia per cercare il padre separato.

La serie Whispering Corridors

Whispering Corridors è un soprannaturale sudcoreano film horror serie. La serie utilizza una scuola superiore per sole ragazze per l'ambientazione dei suoi film. Ogni film di Whispering Corridors presenta una trama, personaggi e un'atmosfera diversi. Questa serie drammatica è famosa per aver stabilito la New Korean Wave come un movimento cinematografico distinto, mentre esamina anche argomenti tabù, come un sistema educativo oppressivo, l'omosessualità e il suicidio degli adolescenti in seguito alla liberalizzazione della censura.

La signora Park, che ha paura, inizia a chiamare la giovane insegnante Eun-young Hur, dicendole che il defunto Jin-ju Jang è tornato. La linea si interrompe e la signora Park viene attaccata e uccisa da un fantasma. Il giorno successivo, l'adolescente Jae-yi Yoon aspetta la sua amica Ji-oh Lim, che ha la capacità di evocare spiriti, e formano uno stretto legame. Un pericoloso e aggressivo Mr. Oh, alias Mad Dog, sostituisce la signora Park e proibisce a Ji-oh di dipingere e confronta le esibizioni dell'adorabile So-young Park e dello strano Jung-sook Kim, separando i due amici. La signorina Hur sente la mancanza del suo ex amico Jin-ju, che si è suicidato, e mentre si avvicina a lei, svela un oscuro segreto che circonda la signora Park e la sua amica.

Sole segreto

Secret Sunshine è un film drammatico sudcoreano del 2007 diretto da Lee Chang-dong. La sceneggiatura è basata sul cortometraggio La storia di un insetto di Lee Cheong-jun, incentrato su una donna mentre affronta le questioni del dolore, della follia e della fede. Il titolo coreano Miryang (o Milyang) prende il nome dalla città che è stata l'ambientazione e il luogo delle riprese del film, di cui Secret Sunshine è la traduzione letterale.

Jeon Do-yeon ha vinto il Prix d'interprétation féminine (Miglior attrice) al Festival di Cannes 2007 per la sua interpretazione nel film. Il film ha anche vinto il premio per il miglior film agli Asian Film Awards e agli Asia Pacific Screen Awards.

Il re e il pagliaccio

Il re e il pagliaccio è un film drammatico storico sudcoreano del 2005, con Kam Woo-sung, Lee Joon-gi e Jung Jin-young. È stato adattato dallo spettacolo teatrale del 2000, Yi (You) su Yeonsangun di Joseon, un re della dinastia Joseon e un clown di corte che lo prende in giro.

Ambientato alla fine del XV secolo durante il regno di re Yeonsan, due pagliacci di strada maschi e funamboli, Jangsaeng (Gam Wu-seong) e Gong-gil (Lee Joon-gi), fanno parte di una troupe di intrattenitori. Il loro manager prostituisce il bellissimo Gong-gil a clienti ricchi e Jangsaeng è disgustato da questa pratica. Dopo che Gong-gil ha ucciso il manager in difesa di Jangsaeng, i due fuggono a Seoul, dove formano un nuovo gruppo con altri tre artisti di strada.

Il pianto

L'incompetente agente di polizia Jong-gu affronta la sfida più difficile della sua carriera quando è costretto a scoprire la verità dietro una serie di sanguinosi omicidi avvenuti in un remoto villaggio della Corea del Sud. Deve affrontare un compito estremamente difficile perché i crimini non hanno significato o motivo. L'unica cosa che li collega è il comportamento insolito degli assassini. Riuscirà Jong-gu a rivelare la verità prima che l'epidemia di violenza si diffonda?

Parassita

Il film Parasite è passato alla storia come il primo film in lingua straniera a vincere un Oscar per il miglior film e per il miglior film in lingua straniera.

Il film premio Oscar dello stimato regista sudcoreano è la storia di due famiglie: il ricco Parks e il povero Kim. Dopo che le loro vite si sono inaspettatamente intrecciate, l'astuto Ki-woo Kim decide di usare l'ingenuità di Park per permettere alla sua famiglia di sfuggire alla povertà.

Caramelle alla menta piperita

Peppermint Candy è un film del 1999, il secondo del regista sudcoreano Lee Chang-dong. Il film inizia con il suicidio del protagonista e utilizza la cronologia inversa per descrivere alcuni degli eventi chiave degli ultimi 20 anni della sua vita che hanno portato alla sua morte. È stato il nono film nazionale con il maggior incasso del 2000 con 311.000 spettatori a Seoul.

Nella primavera del 1999, un gruppo di vecchi amici si riunisce per celebrare i 20 anni di reunion. Tra il gruppo c'è Yeong-ho, un uomo freddo e infelice il cui comportamento mette un freno ai festeggiamenti. Tuttavia, la gravità della depressione di Yeong-ho diventa evidente quando si arrampica su un ponte ferroviario e sembra che potrebbe saltare. In questo momento cruciale, i ricordi di sette episodi cruciali del passato di Yeong-ho invadono la sua mente.

Un tassista

La trama è basata su una storia vera e il centro degli eventi è la famosa rivolta democratica nella città di Gwangju nel 1980.

La storia segue il tassista Kim di Seoul (Kang-ho Song), che dopo la morte della moglie vede nella figlia l'unico motivo per andare avanti. Fa quadrare i conti, è obbligato ad affittare per diversi mesi, e per i soldi si rivolge a un uomo che è anche il suo padrone di casa. Vede un'opportunità di salvezza in un commento casuale di un collega, che si vanta di avere il compito di portare uno straniero a Gwangju per bei soldi. Kim gli ruba il bancone, si scopre che lo straniero è in realtà un giornalista tedesco di nome Jürgen (Thomas Kretschmann), e quando è arrivato in città ha inavvertitamente interferito in eventi famosi.

Dimenticato

Forgotten è un thriller poliziesco sudcoreano del 2017 diretto da Jang Hang-jun. Il film è interpretato da Kang Ha-neul, Kim Mu-yeol, Moon Sung-keun e Na Young-hee.

Quando suo fratello rapito ritorna apparentemente un uomo diverso senza alcun ricordo degli ultimi 19 giorni, Jin-seok insegue la verità dietro il rapimento.

Pieta

Film sudcoreano che ha vinto 13 premi in vari festival cinematografici ed è stato nominato per altri 17.

Kang-do è un uomo senza cuore senza una famiglia vivente il cui compito è minacciare i debitori di restituire i soldi ai suoi clienti, che a loro volta chiedono 10 volte di più di quanto hanno concesso il prestito. Un giorno riceve la visita di una donna insolita che afferma di essere la madre perduta da tempo. Kang-do non si fida di lei, ma lei continua a seguirlo per le prossime settimane, il che suscita in lui sentimenti prima sconosciuti.

bucaneve

Snowpiercer è un film di fantascienza di Bong Joon Hoa con elementi di dramma, azione e molte critiche sociali.

La storia ti porta nel futuro in cui il tentativo di abbassare la temperatura nel mondo, come una sorta di lotta contro il riscaldamento globale, è andato storto... Semplicemente sbagliato. La temperatura è così bassa che l'intero pianeta è coperto di neve e ghiaccio. Nessuno è sopravvissuto tranne quelli che sono riusciti a salire a bordo di un enorme treno chiamato Snowpiercer

È un treno che viaggia ininterrottamente per il mondo, da anni e decenni. Molti vi sono nati e non sanno che aspetto hanno i fiori, la terra o gli alberi. Naturalmente, nel frattempo, la società si è sviluppata nei carri: i poveri e coloro che non hanno diritto alla vita sono stipati nei carri posteriori e i gentiluomini si godono la strada da seguire. E per chi non ha niente, tutto è doloroso.

Questo è il film prodotto in Corea più costoso della storia ed è principalmente in inglese. Chris Evans interpreta il ruolo principale, e ci sono anche Ed Harris, John Hurt e Song Kang Ho.

.

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi