20 Il Signore degli Anelli Segreti che ti sorprenderanno

Di Arthur S. Poe /23 dicembre 202023 dicembre 2020

JRR di Tolkien Il Signore degli Anelli è probabilmente la migliore e più famosa serie fantasy nella storia del genere. Tolkien ha creato un vasto mondo che milioni di persone ora adorano e siamo certi che nemmeno lui aveva idea che il suo racconto ispirato alla mitologia sarebbe diventato così popolare.



I libri sono stati adattati in film, videogiochi e ora una serie televisiva che è in lavorazione. Nell'articolo di oggi, ci soffermeremo un po' sul franchise - tutti i suoi segmenti - e ti forniremo un elenco di 20 segreti del franchise che sicuramente ti sorprenderanno! Potresti aver conosciuto alcuni di loro, ma altri potrebbero sorprendere anche alcuni fan più devoti, quindi divertiti!

Il Signore degli Anelli è un'epopea fantasy scritta dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Ambientata nell'immaginaria Terra di Mezzo, la serie è composta da diversi libri e racconta diverse storie del passato, presente e futuro della Terra di Mezzo.





La narrazione principale è stata presentata in Il Signore degli Anelli trilogia , che segue uno Hobbit, Frodo Baggins e la Compagnia dell'Anello, nella loro missione a Mordor, dove Frodo deve distruggere l'anello di Sauron e infine sconfiggere il malvagio tiranno.

È tra i franchise fantasy più popolari di sempre ed è stato adattato più volte, come film d'animazione, come trilogia di lungometraggi e come serie di vari videogiochi.



Sommario mostrare 1. Gandalf, Sauron e il Balrog appartengono alla stessa razza 2. Sean Connery non capiva il ruolo di Gandalf 3. Sauron era un gatto 4. Christopher Lee voleva interpretare Gandalf, non Saruman 5. Aragorn era originariamente uno Hobbit 6. Le difficoltà di lanciare Aragorn 7. Sean Bean aveva il suo copione in ginocchio 8. Non c'era la Terra di Mezzo prima della Terra di Mezzo 9. I draghi sono orribili 10. Il Trono di Spade è come un cartone animato della domenica mattina 11. ... e c'è il cannibalismo 12. Oh, e il razzismo… non dimentichiamo il razzismo! 13. Ma almeno non c'è incesto, giusto? 14. Il ritorno di Ian Holm 15. Ma niente Vin Diesel, Liam Neeson e Uma Thurman 16. Mysterio avrebbe potuto essere... Frodo? 17. Il copione è cambiato più spesso dei giorni su un calendario 18. George Romero sarebbe stato orgoglioso 19. Il destino della Contea 20. La redenzione di Gollum... più o meno

1. Gandalf, Sauron e il Balrog appartengono alla stessa razza

Sappiamo tutti chi sono Gandalf, Sauron e Balrog. Gandalf è il mago benevolo e potente che aiuta a distruggere l'Unico Anello; Sauron è l'ultimo cattivo dell'intero franchise, rappresentato principalmente attraverso l'occhio fiammeggiante di Mordor; e Balrog è la mostruosa mostruosità che Gandalf affronta durante il viaggio della Compagnia verso Mordor. Quindi, abbiamo un mago, un signore malvagio e un mostro. Non potrebbero essere più diversi, vero? Bene, è qui che ti sbagli!

Vale a dire, sono tutti e tre Maiar, il che significa che appartengono alla stessa razza, il che è davvero sorprendente. I Maia sono una razza di esseri soprannaturali e angelici di Tolkien Leggendario che sono di natura semidivina.



I Maia sono descritti come Ainur di potere minore e includono entità individualmente specifiche come Sauron, ma anche tutti i maghi e i Balrog, che sono potenti demoni del fuoco estremamente pericolosi e sono stati corrotti da Melkor.

2. Sean Connery non capiva il ruolo di Gandalf

È ormai risaputo che il leggendario Sir Sean Connery, meglio conosciuto come il primo James Bond cinematografico, ha rifiutato il ruolo di Gandalf, che alla fine è andato a Sir Ian McKellen.

I produttori hanno pensato che Connery sarebbe stata la scelta ideale per il ruolo e gli hanno offerto una piccola quota più il 15% del reddito totale del film; questo non è stato l'affare più redditizio della sua carriera, ma il 15% del profitto totale per un film che i produttori pensavano avesse un potenziale era una scommessa giusta, se ce lo chiedessi.

Se avesse accettato, Connery avrebbe ricevuto circa $ 450.000.000 per l'intera trilogia, ma ha rifiutato. Come mai? Non lo capiva. Questo è ciò che ha detto:

Non l'ho mai capito. Ho letto il libro. Ho letto la sceneggiatura. Ho visto il film. Continuo a non capirlo… Sarei interessato a fare qualcosa che non ho capito fino in fondo, ma non per 18 mesi.

Quindi, il ragazzo che ha interpretato James Bond, il padre di Indiana Jones e ha cercato di riscattare questa cattiva scelta interpretando il professor Allan Quatermain in La Lega dei Signori Straordinari ha rifiutato il ruolo di Gandalf perché non ne capiva il personaggio. Non siamo sicuri di cosa abbia confuso così tanto Sir Sean, ma tutto ciò che possiamo dire alla fine è: abbastanza giusto!

3. Sauron era un gatto

I fan più accaniti della serie di Tolkien sapranno sicuramente chi è Tevildo, Il Signore dei Gatti. Ma anche alcuni di questi fan potrebbero non sapere che Tevildo è quasi finito per essere il cattivo principale dell'intera serie, cioè che è quasi finito per essere Sauron!

Vale a dire, le prime bozze delle storie si riferiscono a Sauron come Tevildo, il Signore dei Gatti. Fu Tevildo il primo generale di Morgoth, ma il suo nome fu poi cambiato in Thu. Thu poi divenne Thu il Negromante, lo stregone malvagio che sarebbe poi diventato Sauron, e il resto è storia.

Oggi, non ci sono davvero dubbi sul fatto che Tevildo sia un personaggio separato, poiché è stato reintrodotto nella narrazione da Christopher Tolkien, ma sarebbe stato sicuramente interessante vedere un gatto essere il cattivo principale di questa serie.

4. Christopher Lee voleva interpretare Gandalf, non Saruman

E mentre Sir Sean Connery ha rifiutato il ruolo di Gandalf, un altro Cavaliere dell'Impero Britannico, Sir Christopher Lee, voleva effettivamente interpretare il ruolo prima che Sir Ian McKellen fosse scelto.

Christopher Lee era un grande fan de Il Signore degli Anelli e aveva persino incontrato Tolkien durante la sua vita, dicendo: Ero molto in soggezione nei suoi confronti, come puoi immaginare.

Lee ha persino interpretato il mago Olwyn nella serie televisiva del 1997 Le nuove avventure di Robin Hood solo per mostrare a tutti che poteva interpretare un mago; ha dichiarato di averlo fatto per mostrare a chiunque stesse guardando che potevo interpretare un mago e per cui sarei stato il casting ideale Il Signore degli Anelli .

Ha persino inviato a Peter Jackson una foto di se stesso travestito da mago, anche se ha ammesso che si trattava più di uno scherzo che di una reale pressione sul regista.

Che fosse uno scherzo o meno, Lee ha avuto una parte nella trilogia di Peter Jackson, ma non era quella di Gandalf, ma del mago malvagio Saruman, che è abbastanza vicino se ce lo chiedi. Lee era contento del casting e anche lui stesso in seguito ha ammesso di essere troppo vecchio per un ruolo così ricco di azione come Gandalf, motivo per cui Saruman era un ruolo molto migliore per lui. Non possiamo che essere d'accordo con questo!

5. Aragorn era originariamente uno Hobbit

Aragorn è uno dei personaggi che ha subito molti cambiamenti quando Tolkien ha sviluppato le sue storie. Le prime bozze mostrano che Tolkien ha cambiato molto la storia di Aragorn e che ci è voluto del tempo prima che Aragorn diventasse il nobile ranger che tutti conosciamo e amiamo.

Quello che non sempre si sa è che inizialmente fu concepito come uno Hobbit, sebbene fosse ancora un ranger. Tolkien ha avuto problemi a stabilire una vera identità per il personaggio, ma ciò che è noto è che il soprannome Trotter è rimasto nella maggior parte delle bozze. Le bozze contenevano molte storie diverse, con una di esse che ritraeva Aragorn come un parente perduto da tempo di Bilbo, che aiutò Gandalf a rintracciare Gollum.

Il soprannome Trotter rimase perché era il suono che facevano le sue scarpe mentre camminava. Tuttavia, non molte persone sapevano che in realtà era un prigioniero di Sauron e che le cosiddette scarpe erano in realtà i piedi protesici che gli erano stati dati dopo che Gandalf lo aveva salvato.

6. Le difficoltà di lanciare Aragorn

Sebbene Viggo Mortensen sia praticamente l'unica persona che potremmo immaginare di interpretare di nuovo Aragorn, la troupe ha avuto davvero difficoltà a scegliere questo ruolo (per un candidato, vedi sotto).

A Nicholas Cage è stato inizialmente offerto il ruolo, ma ha rifiutato a causa di obblighi familiari, il che è stata una brutta mossa in quanto avrebbe potuto mantenere la sua carriera in carreggiata. Stuart Townsend, un attore irlandese, è stato quindi scelto, ma è stato notoriamente licenziato il suo primo giorno sul set, dopo che Jackson si è reso conto che aveva bisogno di un attore più anziano e si è rivolto a Viggo Mortensen per il ruolo.

Mortensen l'ha accettato per volere di suo figlio, Henry, che era un grande fan dei libri, e quindi è stato scelto un ruolo leggendario. Mortensen ha ricevuto la sua giusta dose di percosse durante le riprese, ma da vero professionista è sopravvissuto a tutte.

Se Mortensen avesse rifiutato, i produttori avevano due backup: gli attori australiani Jason Patric e Russell Crowe. Russell Crowe è rimasto davvero sbalordito dalla sceneggiatura e il ruolo gli ha ricordato il suo ruolo nel film Gladiatore , ma all'epoca era già impegnato in altri progetti, quindi non avrebbe funzionato anche se i produttori lo avessero effettivamente contattato per il ruolo.

7. Sean Bean aveva il suo copione in ginocchio

Non si legge semplicemente un copione durante le riprese di una scena. Questo non è sempre vero, ma nella maggior parte dei casi, non sorprenderai davvero un attore che legge una sceneggiatura in una scena che alla fine finisce nel montaggio finale del film.

Eppure, per quanto specifico fosse, Il Signore degli Anelli la trilogia ha avuto anche uno di questi momenti e ha coinvolto il favorito dai fan Boromir, interpretato da Sean Bean. E accadde durante la scena cruciale del Consiglio di Elrond, dove si formò la Compagnia e dove Frodo fu scelto per distruggere l'anello a Mordor.

Se osservi la scena sopra più da vicino (attenzione a Boromir), noterai che l'attore guarda in basso verso le sue ginocchia in diverse occasioni. Sembrava abbastanza naturale, Bean l'ha eseguito abbastanza bene, ma l'attore in realtà si stava guardando le ginocchia perché una pagina della sceneggiatura era registrata lì, quindi stava effettivamente barando durante le riprese di questa scena.

Ora, ora, non è perché Sean Bean è un attore terribile che non riesce a memorizzare le sue battute. Bean lo ha fatto perché la sceneggiatura dei film è cambiata così tante volte (vedi sotto) che gli attori non hanno davvero avuto il tempo di prepararsi per ogni cambiamento, mentre le riprese hanno dovuto andare avanti. Quindi hanno tradito. E per noi va bene!

8. Non c'era la Terra di Mezzo prima della Terra di Mezzo

Questo potrebbe suonare un po' strano, ma se segui la nostra linea di pensiero, capirai che il titolo di questa sezione è effettivamente vero. Vale a dire, quando Bilbo Baggins viaggiò inizialmente attraverso quella che oggi è la Terra di Mezzo, la regione stessa non aveva un nome.

di Tolkien Leggendario era ancora nelle prime fasi del suo sviluppo, quindi anche se la terra esisteva e Bilbo l'aveva attraversata, inizialmente non aveva nome. Era solo un pezzo di terra e all'epoca nessuno sapeva come si chiamasse.

Fu solo qualche tempo dopo che Tolkien decise di dare un nome al suo mondo, chiamandolo Terra di Mezzo. Quindi, no, non c'era nessuna Terra di Mezzo prima che Tolkien la chiamasse Terra di Mezzo e Bilbo, mentre viaggiava attraverso la Terra di Mezzo, in realtà non l'attraversò. Questo è stato, ovviamente, risolto e ricollegato in seguito, ma è ancora una cosa molto interessante da menzionare qui.

9. I draghi sono orribili

Conosci Smaug? Era fantastico, vero? Quel ragazzo era una creatura davvero maestosa, tanto bella quanto spaventosa. La sua potenza è stata eguagliata solo dal modo in cui è stata progettata e gli animatori hanno fatto un lavoro davvero straordinario sotto questo aspetto. Ma anche Tolkien ha ritratto i draghi successivi come tali creature, per gli animatori non si sono davvero presi la libertà con quell'elemento. Allora, come e perché sono brutti?

Ebbene, Glaurung, il padre di tutti i draghi, che è anche chiamato il Verme Nero, era una creatura orribile e astuta che terrorizzava il mondo di Tolkien. Prima di tutto, non poteva volare, il che essenzialmente lo rendeva una lucertola o un verme sputafuoco di grandi dimensioni. La sua pelle era nera ed è quasi sempre descritto come incredibilmente brutto.

Inoltre, Glaurung aveva la parte inferiore pallida e rugosa, che lo rendeva ancora più brutto. Tutti i tipi di spazzatura e sporcizia si sarebbero incastrati tra le sue rughe e squame, il che ha portato la sua pelle viscida e il suo corpo enorme a emanare un fetore orribile che soffocava ogni essere vivente intorno a lui. Quindi sì, non vorresti essere bloccato in un piccolo spazio con questo ragazzo.

10. Game of Thrones è come un cartone animato della domenica mattina

Molti fan (me compreso) hanno notato le somiglianze tra quelle di George Martin Game of Thrones franchising e di Tolkien Il Signore degli Anelli . E sebbene non siano la stessa cosa, sono in molti modi simili, con le storie di Martin etichettate come una versione più hardcore della narrativa di Tolkien.

Ciò è particolarmente vero quando si tratta di sangue e morte, come Game of Thrones è noto per la sua violenza e Martin uccide i suoi personaggi come se fossero elementi della trama irrilevanti; il ragazzo probabilmente ha ucciso più personaggi di quanti autori abbiano mai creato nelle loro carriere. Così, Game of Thrones deve essere più sanguinante? Bene, questo è vero a livello generale, ma la storia di Tolkien regna ancora sovrana quando si considera il numero di morti sullo schermo in un singolo film.

Questo, ovviamente, si riferisce Il ritorno del re , dove si svolgono diversi importanti scontri e battaglie. La conclusione della serie di Tolkien è stata adattata da Peter Jackson come film finale della sua trilogia e presenta un totale di 836 morti sullo schermo, che supera di gran lunga qualsiasi altro film o programma televisivo. E mentre la percezione soggettiva potrebbe variare, ecco perché Game of Thrones è generalmente considerato più sanguinoso - i numeri non mentono e Il ritorno del re è sicuramente al primo posto in questa categoria.

11. ... e c'è il cannibalismo

Potresti non aspettarti che Tolkien includa il cannibalismo nelle sue storie, ma in realtà è successo e non stiamo contando gli Orchi, che mangerebbero qualsiasi cosa su cui potessero mettere le mani, inclusi altri Orchi. C'era un vero caso di cannibalismo simile a quello umano Il Signore degli Anelli libri ed è stata una rivelazione davvero scioccante, nonostante fosse solo implicita nei libri. Allora, chi ha mangiato chi?

Secondo la storia, Gríma Wormtongue ha ucciso uno Hobbit con sede nella Contea, Lotho Sackville-Baggins, e la storia diventa un po' nebbiosa dopo; oh, tutto questo è accaduto durante il governo tirannico di Saruman sulla Contea. Allora, cosa è successo a Lotho?

Ebbene, dopo essere stato assassinato da Gríma, il suo corpo è scomparso. Una teoria suggerisce che sia stato portato via e sepolto in un luogo sconosciuto e non sia mai stato scoperto. L'altra teoria suggerisce che Gríma abbia effettivamente mangiato Lotho dopo averlo ucciso, il che sembra essere una teoria persistente all'interno del fandom. Lotho era una spia per Saruman, quindi forse ha ottenuto ciò che meritava, ma comunque – nessuno merita una fine così orribile, nemmeno le spie di Saruman, per quanto miserabili siano.

12. Oh, e il razzismo… non dimentichiamo il razzismo!

Ok, il titolo potrebbe essere un po' fuorviante, ma ha sicuramente attirato la tua attenzione, giusto? La questione del razzismo in Il Signore degli Anelli è un po' diverso da come ci si potrebbe aspettare, perché si riferisce all'organizzazione dei regni dell'aldilà nel mondo di Tolkien. Questo non è razzista di per sé , ma ogni razza sembra avere il suo paradiso e raramente è possibile mescolarsi tra loro.

Il miglior esempio di ciò sono le Terre Immortali, dove gli Elfi si riuniscono ai Valar nella vita eterna in un vero paradiso. Altre razze hanno i loro cieli e sembra che nessuna di loro sia adorabile e simile a un Eden come le Terre Immortali.

L'ingresso alle Terre Immortali è proibito a quasi chiunque non sia un Elfo (vedi sotto), ma i Valar fecero un'eccezione per la Compagnia dell'Anello, poiché consentivano a tutti i portatori dell'anello, che erano veramente degni di un tale fine – ingresso nelle Terre Immortali; tra loro c'era anche un Nano e sappiamo tutti che gli Elfi non hanno mai avuto un buon rapporto con i Nani, ma Gimli ha avuto comunque l'accesso grazie al suo coraggio e alla sua amicizia con Legolas.

13. Ma almeno non c'è incesto, giusto?

Come se tutto lo spargimento di sangue e il cannibalismo non bastassero, Il Signore degli Anelli presentava anche una relazione incestuosa, sebbene non siamo sicuri se quello fosse un errore non intenzionale da parte di Tolkien, o una mossa intenzionale; se è quest'ultimo, devi chiederti quali fossero le sue motivazioni per farlo intenzionalmente, ma questa è una questione completamente diversa. Allora, chi ha finito per sposare il loro parente? Aragorn!

Vale a dire, dopo che l'intera saga si è conclusa, Aragorn, il nuovo re, ha finito per sposare Arwen, cosa che alla fine era prevista poiché il loro amore era più che evidente. Ciò che è strano è che sono effettivamente imparentati, sebbene sia una relazione molto distante (motivo per cui pensiamo che sia stato un errore non intenzionale da parte di Tolkien). Come sono correlati?

Dobbiamo iniziare con l'albero genealogico di Aragorn e andare fino al suo sessantunesimo bisnonno - Elros Mezzelfo. Elros era in realtà il fratellastro di Elron, e quindi - lo zio di Arwen. Bam bam bam! Ma non preoccuparti troppo di questo, perché Elros morì effettivamente 6.000 anni prima della nascita di Aragorn, quindi la relazione è qualcosa che si può ignorare.

14. Il ritorno di Ian Holm

Sir Ian Holm è senza dubbio una leggenda della recitazione britannica e ci sono così tanti ruoli da cui potremmo nominare Il quinto elemento e Dall'inferno , al suo ruolo in Alieno , che lo rappresentano agli occhi del pubblico moderno.

Uno di questi ruoli è, ovviamente, il ruolo del vecchio Bilbo Baggins Il Signore degli Anelli franchise, un ruolo che rimarrà sicuramente tra quelli per cui ricorderemo Ian Holm. Ma quello che la maggior parte delle persone non sa è che Ian Holm è molto più legato alla serie di Tolkien di quanto pensassimo.

Vale a dire, la sua interpretazione di Bilbo Baggins nei film non è stata la sua prima uscita nel franchise, poiché aveva interpretato Frodo Baggins in un precedente adattamento radiofonico della serie per BBC Radio.

La sua interpretazione di Frodo è stata così memorabile che è stato il motivo principale (se non unico) per cui Peter Jackson ha offerto personalmente il ruolo a Ian Holm, cosa che quest'ultimo ha accettato volentieri. Quindi, nonostante l'opinione popolare, Sir Ian Holm è effettivamente tornato nel franchise con questo ruolo - e siamo entusiasti che l'abbia fatto! – piuttosto che debuttare in esso.

15. Ma niente Vin Diesel, Liam Neeson e Uma Thurman

Il Signore degli Anelli molte persone hanno rifiutato i ruoli, ma anche molte persone hanno rifiutato i ruoli. Alcuni attori, come Richard O'Brien, a cui è stata offerta la parte di Gríma Wormtongue dallo stesso Peter Jackson, avevano agenti che non credevano che i film avrebbero avuto successo, motivo per cui hanno rifiutato i ruoli. Anche Liam Neeson ha rinunciato al ruolo di Boromir, ma in realtà non sappiamo perché.

Per quanto riguarda Vin Diesel, il ragazzo ha effettivamente fatto un'audizione per il ruolo di Aragorn e da questo punto di vista, dobbiamo ammettere che non possiamo proprio immaginare Vin Diesel nel ruolo, indipendentemente da quanto bene sarebbe stato il ruolo. Dopo aver visto la sua audizione, Jackson ha detto che Diesel è stato molto avvincente, ma che semplicemente non si sentiva come Aragorn e possiamo solo essere d'accordo con quello. È davvero difficile immaginarlo in quel ruolo.

Un'altra coppia di attori che ha quasi ottenuto ruoli nella trilogia erano Ethan Hawke e Uma Thurman, che all'epoca erano una coppia sposata. Hawke era molto entusiasta di partecipare perché era un grande fan, mentre sua moglie era un po' riluttante; furono offerte loro le parti di Faramir ed Éowyn. Ecco cosa ha detto il team di produzione:

Ethan era un grande fan dei libri ed era molto entusiasta di essere coinvolto. Uma era meno sicura e giustamente, perché stavamo rivedendo il modo in cui vedevamo letteralmente il personaggio di Éowyn mentre andavamo. Alla fine, Ethan lo lasciò andare, con una certa riluttanza.

16. Mysterio avrebbe potuto essere... Frodo?

Un altro potenziale membro del cast è Jake Gyllenhaal, che è recentemente apparso come Mysterio in Spider-Man: Lontano da casa , anche se durante la sua carriera ha avuto un sacco di ruoli fantastici e memorabili in vari film. Eppure, quando il casting per Compagnia dell'Anello Gyllenhaal era un giovane attore e fece un provino per il ruolo di Frodo.

Sappiamo tutti che la parte alla fine è andata a Elijah Wood, ma non abbiamo idea di quanto fosse bravo Gyllenhaal durante la sua audizione. Come mai? Ebbene, Gyllenhall si imbarazzava così tanto che la qualità della sua interpretazione era del tutto irrilevante!

Vale a dire, il ruolo doveva essere pronunciato con un accento britannico, un fatto di cui Gyllenhaal non era a conoscenza al momento dell'audizione. Questo è ciò che ha ricordato:

Ricordo di aver fatto il provino per Il Signore degli Anelli ed entrare e non mi è stato detto che avevo bisogno di un accento britannico. Ricordo davvero che Peter Jackson mi disse: 'Sai che devi farlo con un accento britannico?'

Quindi sì, il povero Gyllenhaal ha fatto un'audizione usando l'accento sbagliato, il che è stato piuttosto imbarazzante. E se ciò non bastasse, in seguito ha sentito che era stata una delle peggiori audizioni che la troupe avesse mai visto. Povero Jake.

17. Il copione è cambiato più spesso dei giorni su un calendario

Il Signore degli Anelli è oggi considerata una delle migliori trilogie di film di sempre e non possiamo che essere d'accordo con questa affermazione. Peter Jackson e il suo team hanno fatto un lavoro davvero straordinario nel portare la storia epica di Tolkien sul grande schermo e la sceneggiatura dell'intera trilogia è di per sé un capolavoro letterario. Ma non è stato così facile... e non ci riferiamo al processo creativo dietro la scrittura della sceneggiatura.

Vale a dire, gli studi dietro il progetto non erano davvero entusiasti del budget in costante crescita, quindi le idee su come eseguire la storia cambiavano costantemente. Inizialmente, la serie doveva essere una duologia, ma con l'aumento del budget, i dirigenti dello studio hanno persino suggerito di adattare tutti e tre i libri in un solo film, presentato da un vecchio Frodo.

Peter Jackson ha ricordato un suggerimento divertente, in cui Frodo avrebbe coperto [l'intera sequenza di Mines of Moria in Compagnia ] dicendo qualcosa del tipo: 'Quindi abbiamo intrapreso un viaggio pericoloso attraverso le Miniere di Moria e abbiamo perso Gandalf!' Immagina se fosse successo...

Ma questo non era l'unico problema con la sceneggiatura. Vale a dire, anche la sceneggiatura è cambiata molto durante le riprese, a volte anche mentre alcune scene sono state effettivamente girate. Ciò ha portato gli attori a non essere sempre completamente preparati per le scene, motivo per cui alcuni di loro hanno persino imbrogliato durante le riprese, come afferma il numero segreto 7.

18. George Romero sarebbe stato orgoglioso

Conosci George Romero, il tizio che ha creato gli zombi film horror famoso? Ebbene, vedendo quanto amava gli zombi, sarebbe probabilmente orgoglioso di questo dettaglio dei libri di Tolkien che è correlato agli Uomini di Númenor. Gli Uomini di Númenor sono conosciuti come guerrieri valorosi e giusti, ma non è sempre stato così, poiché il gruppo era molto diverso prima del governo di Elessar.

Vale a dire, quando i Valar crearono Númenor, proibirono agli Uomini di quella terra di viaggiare nelle Terre Immortali, il che significa che era loro proibito raggiungere la vita eterna insieme ai Valar. Agli Uomini di Númenor non piaceva molto, così un giorno salparono per le Terre Immortali, pensando di poter facilmente raggiungere l'immortalità nonostante le istruzioni dei Valar. I Valar, ovviamente, non lo avrebbero permesso.

Così, quando gli Uomini di Númenor salparono per le Terre Immortali, i Valar decisero di punirli per la loro insubordinazione, li intrappolarono sotto una montagna nelle Terre Immortali, seppellendoli di fatto vivi. Gli Uomini di Númenor raggiunsero così l'immortalità, poiché raggiunsero le Terre Immortali, ma avrebbero dovuto viverla sotto una montagna, nell'oscurità, senza speranza di vedere mai la luce per il resto dell'eternità.

19. Il destino della Contea

La Contea è diventata uno dei simboli della serie di Tolkien. Grazie agli scenografi dei film di Peter Jackson, la Contea è diventata una rappresentazione pastorale di tranquillità e pace nelle storie di Tolkien. Eppure, la piccola e idilliaca casa degli Hobbit quasi non è sopravvissuta nemmeno dopo la fine dei veri eventi dei libri, che avrebbero lasciato alcuni dei nostri eroi senza una casa. Per fortuna, la Contea fu quasi distrutta, ma riuscì a sopravvivere. Ecco cosa è successo in questa storia.

Con la fine della Guerra dell'Anello, gli Hobbit potevano tornare ancora una volta in patria, come facevano nei film. Ma la storia è un po' diversa. Vale a dire, la Contea era, all'epoca, governata da un uomo tirannico chiamato Sharkey. Gli Hobbit, quando tornarono, avevano un'ultima missione da compiere: liberare il governo della Contea di Sharkey. In realtà, Sharkey era Saruman, fuggito da Isengard dopo aver convinto gli Ent a scambiare loro le chiavi di Orthanc per la sua vita. Questo non è mai stato mostrato nei film.

Gli Hobbit arrivarono appena in tempo per impedire a Saruman di distruggere la loro città natale, scatenando una piccola ribellione che lo portò a essere rovesciato dalla sua posizione. È stato ucciso in ritardo da Gríma Wormtongue.

20. La redenzione di Gollum... più o meno

Che ti piaccia, lo disprezzi o ti dispiace per lui, Gollum è una parte essenziale di Il Signore degli Anelli tradizione ed è famoso soprattutto per essere interpretato come la creatura orribile e miserabile che abbiamo visto nei film di Peter Jackson.

Andy Serkis ha fatto un ottimo lavoro interpretando Gollum, ma possiamo essere onesti e dire che l'aspetto del personaggio era più disgustoso che piacevole. Prendendo in considerazione tutto questo, potrebbe essere uno shock per te che Gollum una volta non fosse altro che una creatura casuale nella storia di Tolkien. Com'è possibile?

Ebbene, nella prima versione della storia, quando Bilbo Baggins incontra Gollum, quest'ultimo ha davvero l'anello, ma non ne è stato corrotto, non era una presenza così miserabile. Gollum era solo una creatura casuale che Bilbo ha incontrato e ha dato a Bilbo l'Anello senza troppi problemi dopo aver perso una partita di indovinelli per lui. A quel tempo, anche Tolkien non era a conoscenza del fatto che Gollum stesse effettivamente tenendo l'Unico Anello e quando se ne rese conto, dovette cambiare la storia.

L'intero incontro è stato infine riscritto da Tolkien e il personaggio di Gollum è stato cambiato in modo che somigliasse alla disgraziata creatura che conosciamo dai film.

***

E questo è tutto per oggi. Ci auguriamo che ti sia divertito a leggere questo e che ti abbiamo aiutato a risolvere questo dilemma. Alla prossima volta e non dimenticare di seguirci!

Chi Siamo

Notizie Cinematografiche, Serie, Fumetti, Anime, Giochi